Stampa
25
Nov
2010

GENOA VICENZA 3 A 1 IN COPPA ITALIA

Pin It

Genoa Vicenza, 3 a 1 ,  quarto turno di Coppa Italia Tim  , dopo i tempi supplementari.
Gli ottavi di finale i rossoblu li giocheranno ,  partita secca.,  a S.Siro con l’Inter nel gennaio del 2011.
Toni con i gol ,  Milanetto con la regia e mezzo Palacio subentrati a Veloso , Zucolini e Jankovic, in un’ora(compresi i supplementari ) hanno  ribaltato  partita e risultato.
Bruttissimo il primo tempo. Capita di più la foga arrembante la voglia di strafare(male) di Zuculini, Destro e Rudolf, che il “ballo della mattonella di Veloso”.
La Coppa Italia deve avere più rispetto anche sul campo e non a parole: mandare in campo 7/8 undicesimi che non hanno mai giocato assieme non sarà mai un  buon inizio.




Se si rispetta al competizione  prima in campo un’ abbozzo di prima  squadra con i titolari e dopo aver conquistato il risultato  dentro le riserve per le prove.
Ballardini ha avuto  l’ennesimo alibi contro il Vicenza   non  avendo potuto schierare la squadra che aveva in mente alla  Vigilia: Kharja si è  fermato nel risveglio muscolare, per un dolore   alla caviglia .
Il Genoa del primo tempo ha fatto fatica  con le riserve del Vicenza , come aveva fatto fatica nel turno precedente con le riserve del Grosseto.
Il Vicenza non era una brutta bestia e sono bastati gli innesti di Toni Milanetto e mezzo Palacio a domarla, ma soprattutto ridare la verve a giocatori come Tomovic e Rafinha, oltre un senso di stare in campo agli altri giovani.
Vicenza caduto pur essendo in vantaggio di un gol contro un modulo tattico del Grifo  nel secondo tempo non capito da molti, un 4 2 4,   salvato da Scarpi e dalla paura dei veneti di Toni.
Veloso incomincia ad essere un caso a Pegli. Il portoghese picconato dal Presidente Preziosi, assieme a Kharja ed un altro giocatore per adesso non identificato con una frase che scuoterà anche lo spogliatorio: “ meglio avere asini  che corrono , che cavalli fermi. Al Genoa non si fanno passeggiatine e tocchetti anche se si è dei nazionali. Per vincere bisogna imparare da Milanetto, Rossi e Toni. A Gennaio si può anche cambiare “
Si è rivisto Jankovic ma dovrà ancora lavorare prima di calcare i campi della
serie A: troppo timido nei contrasti e nel giuoco per essere Jankovic.
Palacio si propone di giocare a Brescia, Veloso , uscito anche zoppicante,  no. Kharja  sotto osservazione la sua caviglia. Tomovic dopo il secondo tempo contro il Vicenza  potrebbe giocare al  posto di Rafinha squalificato: importante contro le rondinelle andare in campo non con gli occhi di tigre… , ma neanche con quelli della croce rossa.
I tempi supplementari contro il Vicenza  a Brescia non potranno  essere un’ alibi  per nessuno . Il  Brescia giocherà stasera a Catania il suo quarto turno di Coppa Italia Tim.
Preziosi oltre bistrattare  i suoi giocatori ha picconato anche i media sulla futura campagna acquisti rossoblu dicendo: “ Voi volete scrivere, dire a tutti i costi dei nomi è io leggo: sono c...i vostri”.
L’unica notizia di mercato certa confermata dal Presidente l’arrivo di Hallenius a dicembre per incominciare a lavorare con la squadra .
Altra operazione di mercato data per fatta è per Jelenic esterno d’attacco del Koper: operazione per il futuro Jelenic:  compirà 18 anni il prossimo gennaio.     
 
( Lino Marmorato)