Stampa
26
Gen
2011

GENOA.BALLARDINI ALLA RICERCA DEL GOL PERDUTO. PREZIOSI DOCET

Pin It

Ballardini al Pio alla ricerca del gol con regolarità. I tre punti al Genoa servono alla svelta  e sono fondamentali per andare avanti in classifica e programmare la prossima stagione.
Ieri Preziosi al Pio Signorini a chiesto all’allenatore la “quadra” della fase offensiva invitandolo ad organizzare la squadra sotto rete,  come ha fatto per la difesa, anche orfana di Ranocchia.
Se Ballardini riuscirà a trovare la stabilità ,  il contrappeso  tra fase offensiva e difensiva, il Genoa potrebbe risalire alla svelta la classifica.
Per ottenere tutto ciò Ballardini ha due “quadra”  da seguire con l’innesto di
Konko: alzare il baricentro della squadra e pressare più alto a centrocampo; oppure cambiare modulo, rischiando qualche gol in più,  portando Palacio e Floro Flores alle spalle di una punta.
I gol nell’attuale campionato senza Ibra, arrivano tramite l’organizzazione in attacco , ma soprattutto con quanti giocatori attacchi, vedi :  Napoli, Udinese, Palermo.
Il candidato a fare la prima punta è Zè Eduardo, oggi si saprà se arriva il passaporto, altrimenti l’incombenza passerà a Boselli, ancora fermo(importante che non sia una ricaduta muscolare) e  Paloschi, più pronto  di Destro , dentro l’area di rigore avversaria.
 Ieri Ballardini ha iniziato allenamenti ed esercitazioni in una metà campo , ma con squadre schierate ad 11 calciatori: troppo importante che i compagni imparino alla svelta i tagli di Palacio,  Floro Flores , dei Rossi e Mesto che arrivano da dietro.
Buone  speranze soprattutto per  Dainelli di rivederlo in gruppo tra oggi e domani, qualche chance  anche per Moretti. Assenti Boselli e Antonelli perseguitato dalla pubalgia.
Il Parma, prossimo avversario a Marassi,  ha perso i quarti di finale a Palermo dopo i tempi supplementari.
Preziosi ha fatto il punto sul mercato: confermando Eduardo, anche se oggi per tutti è previsto un’ appuntamento tra la Roma e Genoa per uno scambio con Doni, ha rafforzato la posizione di Criscito fino a Giugno, spera nella burocrazia per il passaporto di Zè Eduardo, ha confermato che Kharja tra oggi e domani si trasferirà all’Inter,  ha tirato le orecchie ai procuratori indiscussi padroni del calcio mercato italiano.



Ferme le trattative di Destro alla Reggina, Boselli e Paloschi devono dare prima sicurezza di essere utilizzati a breve; per Rafinha in odore di essere trasferito in Ucraina dipende tutto dalle sue richieste economiche ai padroni del ferro , del petrolio e del gas.
Meno sei alla chiusura del calciomercato invernale è il “mercatino” si è acceso , anche se ha le sembianze sempre di più di un “mercatino delle pulci”, con  la priorità di spendere poco e fare acquisti intelligenti ed  utili alla causa dell’allenatore e della squadra.
In questa ottica Preziosi sta alla finestra e vuole scovare, escogitare  un colpo, se non dovesse arrivare il passaporto di Zè Eduardo, per cambiare la stagione rossoblu, pur lavorando a pieno regime per il suo progetto futuro,  nuovamente in partenza da giugno.
   
( LINO MARMORATO)