Stampa
08
Giu
2007

GENOVA: NAPOLI: MAXISCHERMO PER CHI NON ENTRA ALLO STADIO

Pin It

Il Napoli arriva a Genova forte psicologicamente ,aver riconquistato la seconda posizione in classifica ha rinsaldato ancor di più la convinzione del gruppo. Il biglietto da visita dei partenopei sono le 12 gare vinte per 1 a 0, giocando poco al calcio,non dando spettacolo, ma granitici e continui.Il girone di ritorno da applausi in trasferta.

In negativo il ciuccio hanno sofferto  maledettamente le squadre rapidi e veloci che giocano con il pallone per terra. 5 volte sono caduti in trasferta , 3 di queste sono con la Juve, il Mantova e il Piacenza ,avversari di livello che hanno giocato al pallone.


Il Napoli è stato scortato amorevolmente  dal Palazzo, non si spiega con quello che ha prodotto sul terreno di gioco come faccia ad essere un punto in più  del  Genoa all’ultima di campionato. Come giocherà Reya, sbagliato il verbo come ha giocato fino adesso.Il Friulano ,che conosciamo bene, giocando su due risultati su tre non verrà a fare il fenomeno a Marassi.

                                              www.gruppozena.com

Dice di giocare con il 3 4 1 2 , ma in realtà è un 3 5 2 .L’ago della bilancia è Bogliaccino in fase offensiva gioca dietro le punte e tra le linee avversarie, la seconda variante  Bogliacino,quella che sarà di scena al Ferraris con l’uruguagio in mediana, difendendosi con 8 uomini,punte lontane e sole con lanci lunghe per le spizzicate di Sosa per chi arriva da dietro.Le ultime prove a porte chiuse, ma nella terra dove si vende il ghiaccio agli eschimesi è difficile farlo, Reya ha provato una squadra ancor più prudente con Grava,un terzino, mascherato da esterno destro e Savini e Rullo sulla corsia di sinistra. Chiaro l’intento bloccare le corsie laterali rossoblu.

Sbaglierò  i calciatori in formazione, ma non il modulo 3 5 2 , cioè  il classico 5 3 2 . L’unico dubbio Savini e Rullo in campo contemporaneamente per chiudere Leon e Rossi e Domizzi centrale ruolo che non ha mai ricoperto  in questo campionato. Cambiamo i calciatori dentro Giubilato al centro della difesa Domizzi a sinistra e Savini al posto di Rullo. Il più grande dubbio di Rea con chi marcare Leon.Gli uomini più in forma Cannavaro in difesa Bogliacino a centrocampo e Calaiò  in attacco.  

                                           Lino Marmorato