Stampa
05
Feb
2012

Grosseto Samp 0 a 1 .

Pin It

 altVittoria importante dei blucerchiati in Maremma nel giorno delle 4 partite rinviate per neve .Un programma ridottodella 26° della serie B che fa respirare alla Samp aria di play off, da più vicino. Vince la Samp dopo tre pareggi

consecutivi, ma non convince sul piano del giuoco sempre con gli stessi problemi della vigilia. I blucerchiati hanno vinto in Maremma solamente per un colpo di genio del diavoletto Foggia , con un siluro terra-aria dai18 metridalla porta avversaria. Partita non bella, bella solo l’azione del gol doriano : prima verticalizzazione e ripartenza veloce di Obiang andata a buon fine, tacco di Pozzi e gol di Foggia, entrato da una decina di minuti in campo. Di seguito la partita si è riscaldata , gol annullato a Sforzini per Fg che ha fatto “ululare” tutti i Lupi maremmani, altra occasione per Munari sprecata di testa.

La partita giocata in settimana dai toscani ha incominciato a dare frutti negativi sul finale di partita, ma il ritorno del nuovo tecnico non aggiunto nessun valore a quello visto in precedenza anzi: in97’di giuoco neanche un tiro nella porta di Romero da parte dei biancorossi. Il Grosseto si lamenta per il gol annullato, ma probabilmente in serie A l’episodio su Eder di Petras al33’del primo avrebbe scatenato tutte le moviole dello stivale. Partita bloccata .La Sampè stata protagonista ma non ha mai trovato spazi Spazi non trovati per qualche merito degli avversari molto chiusi, ma anche per la trama di passaggi doriani a centrocampo non trovavano mai l’occasione per verticalizzare tramite il centrocampo blucerchiato anche non aiutato dal mancato movimento degli attaccanti senza pallone. Bisogna chiedersi se alla Samp serva giocare con un fantasista come Juan Antonio ed un play maker come Obiang. Entrambi difficilmente creano: giuoco, ripartenze veloci, superiorità tra le linee avversarie. Non è un loro difetto tecnico ma una errata collocazione tattica. L’altro difetto sono sempre le corsie laterali esterne, chiunque giochi o abbia giocato. Gli ultimi Rispoli e Costa sempre in apnea con qualsiasi avversario e beccano regolarmente il cartellino giallo, per di più Rispoli quando spinge si capisce perché a Brescia veniva soprannominato “ruspa”: più per la non precisione del suo calcio che il suo fare la corsia laterale avanti e dietro. Rispoli espulso per doppio fallo.

I nuovi della Samp hanno incominciato a carburare , non si poteva pretendere il cambio di marcia in 4 giorni. Munari, utilizzato nel suo ruolo ha permesso di non lasciare scollato il centrocampo dall’attacco come nelle altre partite. Renan Garcia da buon brasiliano si è adattato a fare il mediano , ma potrebbe rendere molto di più sulla corsia laterale sinistra, visto il passo e la facilità di calciare dal fondo in corsa.

La vittoria di Grosseto da Lunedi deve contare solo per la classifica e come è avvenuta. I difetti blucerchiati sono sempre gli stessi di prima fine del calciomercato: sugli esterni, nel ruolo di metronomo e in quello di fantasista. Iachini se vorrà continuare con il trequartista non dovrà farsi un esame calcistico per capire quelli, che dicono sempre : “la classe non è acqua”. Iachini allontanato dalla panchina , probabilmente dagli “studios” gabbiotti del Ferraris al caldo si renderà conto che con Obiang mediano Renan esterno sinistro e con la sua “ultima spiaggia nel ruolo di metronomo”, il greco , play maker della under 21 ellenica, potrebbe mettere in campo una squadra con ognuno nel proprio ruolo. Iachini, per togliersi una soddisfazione , davanti ad una pizza, potrebbe chiedere a Sensibile dopo aver visto la partita Grosseto Samp , visto il deficit doriano nel ruolo di play maker da inizio stagione, se fosse stato così difficile ingaggiare ,(costava troppo di cartellino o di ingaggio…), anzi fare dare in prestito dal Parma, il marocchino Jadid, finito al Grosseto nel pomeriggio del 31 gennaio 2012. . ( lino marmorato)