Stampa
10
Nov
2010

IL BOLOGNA TASTA IL NEW GENOVA DI BALLARDINI

Pin It

Il Bologna ha ritrovato la vittoria contro il Lecce sabato al Dall’Ara in una partita brutta e noiosa fino al 38’ del secondo tempo. Il Bologna ha tenuto il pallino del giuoco creando zero patemi alla difesa del Lecce. A Decidere sono stati due  gol:  Di Vaio e di Gimenez nell’arco di un minuto.
La vittoria ha permesso di dire al tecnico bolognese Malesani che la sua squadra ha fatto il salto di qualità già visto  negli  allenamenti e di aver ritrovato una fisionomia di squadra ben delineata.
Malesani deve ringraziare solamente Di Vaio, uno che canta e porta la croce:  6 gol dei 10 totali dei felsinei portano la sua firma e lo tolgono dall’ultimo posto in classifica.
Il Bologna gioca con il 4 3 1 2 , ma questa   la formula con Di Vaio alla Gasperini molto decentrato sulla sinistra e Meggiorini prima punta  crea poche azioni gol;  non è colpa degli attaccanti mai dei centrocampisti che non hanno molta qualita: Perez  impreciso e disordinato, e di Radovanovic che non riesce quasi mai a dirigere le operazioni.
I cambi con gli uruguani Ramirez (dietro le punte) e Gimenez al posto di Meggiorini hanno ravvivato la partita , ma senza San Di Vaio difficilmente il Bologna si sarebbe salvato dall’ennesimo brutto 0 a 0 .
Avrà capito Malesani in questi pochi giorni che lo hanno diviso con la sfida con il Genoa  il difetto degli emiliani  ?  Per il Bologna il centro delle problematicità,   sono nel fare giuoco e  la grande imprecisione nei passaggi e anche se  le due punte, Di Vaio e Meggiorini, sono molto mobili ma,  anche poco presenti in area di rigore. Difficile finalizzare senza una prima punta  che presenzi stabilmente in zona-gol. Malesani chiede a Di Vaio di defilarsi sulla sinistra per poi accentrarsi, ma l'attaccante sembra non gradire, come ai tempi rossoblu,  la posizione lontana dalla porta. . 
Tutto   viene confermata anche contro i salentini  quando al 60' Malesani inserisce Ramirez e passa al 4-2-3-1 per avere Di Vaio punta centrale.  Questa mossa ha fatto gridare,  come detto in precedenza ,  al tecnico rossoblu emiliano di aver  trovato una fisionomia di giuoco, ma mai  rischiata  ad inizio partita perché  i due uruguaiani   non riescono a tenere i  90’ di partita.
Contro il Genoa Malesani perderà Portanova e Radovanovic vittime di incidenti contro il Lecce. Ma recupererà   Mundigay e Ekdal a centrocampo.
Probabilmente , riproporrà Di Vaio punta centrale con Ramirez a supporto e Meggiorini in panchina.
 ( LINO MARMORATO)