Stampa
16
Dic
2010

IL DERBY SUGLI SPALTI

Pin It

Il derby di Genova numero 103 è molto importante per i giocatori, ma ancor di più lo è per i tifosi, ai quali una vittoria della propria squadra regalerebbe un Natale coi fiocchi. Le 2 gradinate si differenziano, oltre che naturalmente per la fede calcistica, per la loro linea di condotta riguardo alla "questione coreografie". Se infatti nella stagione 2007-08, che ha rivisto andare in scena al Ferraris una stracittadina assente da 4 anni, entrambe le curve non hanno organizzato coreografie in segno di protesta alle normative che impediscono di portare dentro gli stadi striscioni, bandierine, cartoncini ecc.. senza previa autorizzazione, già dall' anno successivo i genoani hanno invertito questa tendenza organizzando splendide scenografie, l'ultima delle quali con cartoncini luccicanti rossoblu e uno striscione che recitava "i grandi fanno la storia, gli altri la studiano", cinica la risposta della Sud: "chiedi il permesso per le coreografie, sei ultras solo nelle fotografie". I doriani hanno infatti portato avanti la loro protesta, aggirando i divieti prima vendendo bandiere blucerchiate fuori dallo stadio e successivamente organizzando dei bellissimi fuochi d'artificio all'ingresso in campo delle 2 squadre. La sensazione è che domenica sera il trend resti invariato: i supporters rossoblu hanno infatti iniziato a raccogliere fondi per il materiale già dalla partita interna con la Juve, mentre i blucerchiati punteranno probabilmente sui bandieroni e le "sciarpate". Non è da escludere l'ennesima presa di posizione contro la tessera del tifoso da parte di entrambe le tifoserie; contrarie ad essa come del resto la stragrande maggioranza delle persone nell'ambiente-calcio.
Merita certamente attenzione l'iniziativa del Sampdoria club "Fedelissimi Sampdoriani", che metterà in vendita ottomila scaldacollo bianco-blucerchiati e devolverà il ricavato, per l'ottavo anno consecutivo, alla Associazione Gigi Ghirotti, i ragazzi del club, che in questi anni sono riusciti a raccogliere ben 92 000 euro, contano quest'anno di sfondare il tetto dei 100 000. I Fedelissimi si collocheranno come di consueto nel parterre della Gradinata Sud, accanto ai Fieri Fossato, gli Ultras Tito Cucchiaroni, che nelle precenti partite avevano deciso di spostarsi nella Nord, occuperanno invece la parte superiore del Settore 6 (gabbia sud). Il cuore pulsante dalla tifoseria genoana sarà invece come sempre al centro della Gradinata Nord.
Ai sostenitori di entrambe le squadre è rivolto l'invito delle socetà a recarsi allo stadio con largo anticipo rispetto al calcio d'inizio (20:45) al fine di evitare code e disagi, l' ingresso per gli striscioni autorizzati dovrà avvenire dalle 13 alle 14 per i genoani e dalle 14 alle 15 per i sampdoriani.
La speranza è che lo spettacolo in campo sia all'altezza di quello certo e consueto degli spalti.

Giacomo N.