Stampa
19
Ott
2007

IL GENOA ALL'ESAME JUVENTUS

Pin It

l lGenoa all’esame Juventus. Il vecchio balordo riprende il suo cammino dopo la sosta per la nazionale con tanti motivi per sorridere e guardare con fiducia il futuro.Il recupero di tutti gli infortunati. La difesa che ha tenuto bene  bene con Bovo Lucarelli De Rosa, il rientro di Bega Santos e Masiello,smentendo  lo scetticismo di inizio stagione. La sua retroguardia elastica con Rossi Konko Danilo e il ritorno di  Fabiano,arretrati in posizione di terzini ma pronti a sovrapporsi con continuità sulle corsie laterali.
La mediana con Paro e Juric sorprende positivamente. Paro semplice,geometrico,ispirato,Juric reattivo,capace di impostare e di interdire abilmente,scalpita  Milanetto e qualche partita ai non 35° gradi estivi se la merita,Coppola morde il freno e si arrabbia quando legge e sente che al Grifone manca il mastino a centrocampo.

L’attacco bastano i nomi: Borriello, Leon.Di Vaio e Sculli,sempre pronti a dare il loro contributo tonici e concentrati anche partendo dalla panchina. Si aspetta Papa Waigo,usato come freccia avvelenata, nei finali di gara.  Piace questo Grifone che ha mostrato carattere, piace perché  è riuscito a prendere le misure facilmente agli avversari più insidiosi: Di Natale,Lavezzi Foggia.

L’esame per il Genoa non sarà solo la Signora, ma il lotto di gare a seguire , partite con un alto coefficiente di difficoltà, che non spaventano Gasperini, e potrebbero dire qualcosa in più sul  futuro rossoblu. In molti si aspettano cosa costruirà Gasperini.Vista l’abilità  nelle precedenti partite  nel  mettere in campo una squadra molto duttile, ci sarà da divertirsi, e anche se tutte le ciambelle non riusciranno  con il buco, ma non si resterà delusi.

                                 www.nostalgia.itLino Marmorato