Stampa
30
Ott
2008

IL GENOA BATTE IL CAGLIARI. 15 PUNTI SU 16 AL FERRARIS

Pin It

l Genoa vince la quinta partita consecutiva in campionato al Ferraris contro il Cagliari per 2 a 1. Genoa 16 punti in classifica dopo 9 giornate di campionato,  avendo già  giocato con tutte quelle che lo precedono in classifica, eccetto l’Udinese: appuntamento domenica prossima al Friuli.
16 punti di cui 15 ottenuti al Ferraris, gli ultimi tre contro il Cagliari ottenuti a fatica, ma pesantissimi.
Buona a prestazione degli isolani che hanno confermato il buon momento di forma è il portiere Marchetti ha perso la sua imbattibilità dopo 324’ di gioco.
Difficile per tutti giocare ogni 3 giorni, figurarsi per l’attuale  Grifo con Milanetto,Paro,Olivera,Palladino, Juric ai box e Marco Rossi, Ferrari  Milito, e Gasbarroni  incerottati in campo ; senza contare   Thiago Motta  3 gare consecutive dopo quasi due anni di inattività.
Gasperini ha dovuto ridisegnare il centrocampo prima e durante la partita, per mettere in difficoltà il Cagliari sulle corsie laterali, non permettendo le sovrapposizioni a Pisano ed Agostini i due esterni di Allegri, con il risultato di lasciare  soli a centrocampo Fini e Parola e Conti .
Motta e Conti duello muscolare e tecnico,  l’ex Barcellona  un bel lusso per il Grifo, andato in gol con una “biccellata” da biliardo.
Contava vincere è Il Genoa ci è riuscito con il carattere, il Grifo ha dimostrato di saper anche soffrire, una vittoria importante arrivata non con una grande, dove le motivazioni possono essere tante e diverse. Vittoria arrivata dopo l’ottima prestazione di S.Siro che poteva far  fare voli pindarici a tutti.
Il Genoa,  il club, in questo momento è più importante dei giocatori, l’organizzazione rossoblu è la chiave del successo.
Motivazione + organizzazione + spirito di squadra = vittorie e successo;  questa è la chiave della vittoria del Vecchio Balordo contro il Cagliari.
Ferrari buono,  in campo ma anche ai microfoni ha mandato un avviso  ai naviganti ipercritici: “Il Genoa non è il Real Madrid, le grandi squadre vedi l’Inter,lo scorso anno, il Milan  quest’anno,vincono parecchie gare facendo storcere il naso, figurarsi se non può permetterselo il Genoa di vincere ogni tanto nella maniera con cui ha battuto il Cagliari”
Traducendo: a fatica, non giocando bene e al massimo, ma  facendo fare 3 superparate al portiere Marchetti: due su Sculli ed una su Criscito, ed un rigore in movimento sbagliato da Gasbarroni a porta vuota, contro un salvataggio di Biava ed un palo di Conti degli isolani, tutte occasioni arrivate con palloni da fermo.
Adesso il Grifo andrà domenica in casa della capolista Udinese con tranquillità, ma prima Gasperini dovrà passare giornalmente in infermeria per capire la squadra che riuscirà a mandare in campo contro la capolista, specialmente a centrocampo.