Stampa
03
Ott
2008

IL GENOA BRINDA IN COPPA GRAZIE AL PRINCIPE

Pin It

Il Genoa batte il Ravenna , ma grazie solamente al suo Principe. Milito entrato al 15’ della ripresa ha realizzato le due reti  che consentiranno al Vecchio Balordo di giocarsela con L’Inter  di Mourinho, agli ottavi di Coppa Italia , in un’altra partita secca, che potrebbe non essere un danno per Gasperini  a S.Siro.
Brutta la partita del Genoa contro le riserve  del Ravenna. Le motivazioni per un’altra volta hanno fatto la differenza nel calcio, ma alcuni giocatori a disposizione di Gasperini sono sembrati molto lontani dai suoi dettami tattici ed anche fisicamente.
Giudicare i probabili titolari  di un prossimo  futuro da  queste partite,  Jancovic ,Olivera soprattutto,  è difficile;  un  conto inserirli nella formazione titolare uno per volta , un altro mandarli in  campo con un centrocampo improvvisato con Domingo,Roman e Vanden Borre a dettare i tempi della manovra; mai un pallone giocabile.
Una conferma positiva si è avuto da Sokratis  un difensore che fa il “difensore”, ma si dà anche del tu con il pallone. Anche Bocchetti ha superato l’esame, deve migliorarsi è  ancora grezzo e troppe rude negli interventi, ma si farà.
C’è poco da raccontare su Genoa Ravenna il tabellino dice fino all’entrata di Milito solo un tiro da fuori area di Jankovic, dopo l’ingresso del delantero  3 parate spettacolari del portiere romagnolo e due tiri a fil di palo.
Milito riesce a dare il giusto equilibrio alla squadra con il suo gioco, ed un’altra positività della serata di Coppa Italia, l’affiatamento con Palladino cresce di gara in gara.
Tutti gli altri sono da rivedere , ma di qualcuno Gasperini potrebbe averne bisogno a centrocampo in particolare Roman.  Il  campionato è già finito per Paro, che ritornerà sotto i ferri per un intervento al ginocchio operato a primavera , e per  Thiago Motta bisognerà avere la pazienza di aspettarlo ancora un mesetto.
In regia a centrocampo è rimasto solo  Milanetto, per di più acciaccato, Vanden Borre si potrà utilizzare solo  per la sua corsa e forza fisica.
Finiti i Turnover, scoperti anche gli ultimi arrivati,manca solo  Thiago Motta adesso occorrerà che il Vecchio Balordo vinca per il suo gioco e suoi schemi, e Gasperini dovrà varare  la formazione titolare  e per fare risultati non dovrà cambiarla spesso: è giunto il momento di tirare le somme per non perdere tempo e punti dalle altre squadre.