Stampa
17
Dic
2007

IL GENOA GRAZIATO DA MALESANI PAREGGIA AD EMPOLI

Pin It

Genoa pareggia ad Empoli , un punto che fa morale, Gasperini non poteva permettersi il lusso di perdere un’altra partita. Ma anche contro l’Empoli è emersa una grande confusione  tecnico /mentale da parte dei rossoblu. Fatica troppo il Genoa  attanagliato dalla paura regala il primo tempo agli avversari. Gasperini sorprende tutti mettendo dentro Masiello e Santos in difesa e Sculli in attacco al posto di Leon. Il primo tempo è comandato dall’Empoli. Preoccupati di Giovinco e Vannucchi i rossoblu si schierano con 3 6 1 , che potrebbe essere efficace se il centrocampo rossoblu riuscisse a ripartire con velocità e idee, mancanti al regista rossoblu Paro.
Nella ripresa ,oltre ad uscire il cuore dei rossoblu, Gasperini opera diversi cambi sino ad arrivare ad uno spregiudicato 3 3 4 , con gli ingressi di Leon, Figueroa e Santos  spostato a fare il  centravanti aggiunto. Graziato dall’allenatore contadino Malesani che spaventandosi,  toglie Giovinco e Vannucchi , invece di sfruttare  le praterie lasciate dall’inedito modulo rossoblu.

I segnali positivi che arrivano dalla Toscana sono  che il Grifone ha ricominciato a star bene fisicamente finendo la partita in crescendo. Le tante punte in campo per l’ennesima volta hanno  dimostrato che non sono il numero degli attaccanti a fare il gioco d’attacco, ma chi li mette in condizione di giocare. Ad  Empoli, un po’ di luce si accesa con l’entrata di Omar Milanetto che ha fatto funzionare il rombo rossoblu,preparato in settimana, ma non attuato fino al suo ingresso  sul terreno di giuoco.  Masiello, pareggia l’errore sul gol di Giovinco ,segnando in zona Cesarini.
 
Per molti la gara del Genoa ad Empoli ha detto che  attualmente Figueroa in panchina potrebbe essere un lusso da non concedere agli avversari, pur non avendo la forza fisica .Provi Gasperini ad utilizzarlo dal primo minuto ,dopo si può sempre cambiare. Il Genoa dopo le tre sberle del Siena ha fatto una gara ad Empoli in condizioni difficili. Il punto in toscana è importante per Gasperini e il Genoa. Adesso devono  sfruttare il turno casalingo sabato prossimo con Parma ,migliorando in particolare sotto porta e nella qualità di tiro.

L’illusione delle prime gare di campionato è finita a d Empoli, il Genoa per salvarsi dovrà battagliare e non solamente con le altre squadre, ma anche con se stesso e con i principi tattici di  Gasperini che dopo aver dato un po’ di spettacolo con le grandi grazie alle grandi, con le piccole dovrà metterci qualcosa di suo nella fase offensiva,specialmente in casa.

Non dimenticavo:altra “reclam” del rigore non concesso  a Juric. L’arbitro, ex giocatore Giannoccaro non ha diretto male, ma seguendo i consigli del TPD(totem pubblicitario  designatore)  Collina, non anticipando l’azione ,   da dietro non ha potuto vedere  la massima punizione a favore dei rossoblu. 

                                                                      Lino Marmorato