Stampa
20
Nov
2009

IL GENOA INCONTRA IL LIVORNO DI COSMI

Pin It

Il Livorno di Cosmi prima della sosta ha perso in casa del Bari. Un gollettino su punizione dopo 5’ è bastato a un modestissimo Bari per ritirare alla cassa i tre punti. Chiamato  ad inseguire il Livorno si è subito perso  è stato incapace di alzare il ritmo, e le punte sono state male  rifornite mandando  a nozze la difesa meno battuta della serie A. Va lenta la squadra del Presidente Spinelli e rispetto alla squadra allenata da Gennarino  Ruotolo è cambiata poco anche con l’avvento dell’uomo del fiume e del capellino.  
I labronici giocano sempre  per guadagnare campo , ma  non trovano  mai la forza per affondare. e Candreva, contro il Bari,  con la chiamata della nazionale già in tasca si è guardato troppo allo specchio.
Il Livorno dopo 3 giornate in Puglia sembrava aver già  perso la grinta  di Cosmi, che all’inizio della sua avventura  aveva vinto contro la Roma e messo  paura  all’Inter : il Livorno  una squadra senza carica che va avanti senza mai tentare un affondo. Il problema del Livorno dall’inizio del  campionato è il gol  4 gol in 12 partite. Non può essere solamente colpa degli attaccanti.

Il difetto dei toscani sembra all’origine della campagna acquisti. Si sapeva che Lucarelli e Tavano erano due finalizzatori, ma venduto, Diamanti, non è arrivato un altro uomo assist. E così , quando prendono il pallone , Lucarelli e Tavano sono sempre spalle alla porta .
Senza Diamanti, al Livorno manca  sempre quel pizzico di qualità che nel calcio significa “ invenzione”, significa “intuizione”, significa uscire dalle righe.
Contro il Bari   è arrivata   la settima sconfitta del Livorno in 12 partite. Sette volte il Livorno è andato sotto, sette volte non è riuscito a recuperare.
In Puglia Cosmi ha punto   i suoi ragazzi dicendo:   “hanno attaccato in maniera effeminata".
Frase non gradita dal gruppo amaranto,  nella città dove esce il mensile di satira  il “Vernacoliere”
Cosmi tatticamente predilige giocare con un 3 5 2 , ma contro il Genoa gli mancherà Tavano stirato oltre a Rivas, Pieri,Petrticoni e Raimondi squalificato e probabilmente affronterà il Grifo con un solido 3 5 1 1 .
La mossa che Serse Cosmi ha fatto quasi in tutte le 3  partite di questo campionato indipendentemente dal risultato è stata quella di fare iniziare Candreva davanti alla difesa come play basso  per spostarlo interno sinistro in corso di gara ,sostituendolo davanti alla difesa con Moro.
Il Livorno anti Genoa dovrebbe essere quello provato nella partita infrasettimanale contro una squadra di promozione, ma solamente per 10/11.
Lucarelli e Danevilcius anche contro i dilettanti hanno continuato a fare cilecca , i gol fatti contano poco. I due attaccanti sono sempre rimasti fuori dalle azioni dei livornesi partecipando poco alla manovra amaranto.
La mossa a sorpresa contro il Grifo di Cosmi potrebbe essere l’innesto di Cellerino, attaccante  argentino arrivato alla corte di Spinelli lo scorso anno, come unica punta  al posto di Lucarelli e Danevilcius.
Candreva giocherà esterno sinistro dall’inizio al posto di Bergvold.
La probabile formazione del Livorno:
De Lucia in porta, Diniz, Khezevic, Miglionico in difesa, centrocampo a 5 con Marchini, Moro, Mozart, Candreva e Vitale, Pulzetti alle spalle di una punta tra Lucarelli o Cellerino.