Stampa
04
Set
2007

IL GENOA PARTE IN SALITA LA SAMPDORIA INSERISCE CASSANO TUTTE LE ULTIME NOTIZIE

Pin It
Genoa:
il campionato dei rossoblu è partito in salita difficile per chiunque giocare con il Milan Europeo che non ha cambiato nulla ed esordire fuori casa a Catania dopo 7 mesi di chiusura dell’ex Cibali. Parte dal  punto di Catania , l’avventura di Gasperini in serie A. Parte dopo la sosta con la speranza di recuperare Bovo e Masiello, ma soprattutto Coppola, Borriello  e Figueroa.
Paradossalmente la difesa rossoblu nel mirino per tutta l’estate regge e bene il passo. Bega,De Rosa,
Santos, Lucarelli e giovani Masiello , Ghinassi prelevato dalla Pistoiese, più Rubinho e Scarpi escluso le quattro sorelle non temono confronti con le difese delle  altre squadre. Paradossalmente dicevano l’attacco del Genoa dopo due giornate è a zero nella casella dei gol fatti, non per colpa di Gasperini ,il suo 3 4 3 , anche mascherato ha prodotto contro Milan e Catania almeno 7 palloni gol puliti, sprecati da Papa Waigo. Si aspetta  Di Vaio ma in particolare Figueroa, gli unici due sulla carta a superare la doppia cifra in reti, Occorrono anche gol dai difensori, Lucarelli e De Rosa hanno sempre sfruttato le aree da rigore avversarie.
Dopo Catania c’è la consapevolezza che Gasperini possa rimettere in moto l’orchestra vista lo scorso anno, con più prudenza meno spettacolo per i terzi interessati, per fare tutto ciò ha bisogno di tutti. La critica deve essere costruttiva e non demolitrice del lavoro altrui, deve  avere la pazienza di aspettare ancora qualche giornata di campionato.

Sampdoria:
E’ già iniziato il  duro lavoro di Mazzarri inserire Cassano nel gruppo.
Vittorie in Intertoto, Uefa e Campionato,basta aprire i giornali sportivi sono cancellate, fanno più  notizia le cuffie di Cassano.
Bravo Marotta a costruire con 2milioni e mezzo di euro un’attacco stellare,bravo Mazzarri con pochi euro a costruire una difesa solida e arcigna, recuperando un Sala che era considerato da pensionato.
Il nodo di Mazzarri oltre l’inserimento di Cassano che nel suo 3 4 2 1 potrebbe risultare difficile farlo convivere con due  attaccanti di ruolo, gli esterni della corsia di destra Zenoni e Maggio sembrano non avere la capacità di salire pallone al piede,andare via nell’uno contro uno, mantenendo l’intensità  di corsa e la lucidità negli ultimi venti metri per mettere il pallone nel mezzo.
La bella novità è anche Sammarco, non farà la fine di coloro che l’hanno preceduto  Donadel , Donati:Giocando sui tre fronti ,gli anni aumentano per tutti anche per Volpi, l’ex clivense è il giocatore giusto al posto giusto.
Dopo la sosta l’inserimento di Cassano, Napoli la piazza giusta, in vista dell’Europa e del derby il turnover alla “livornese” gioca chi offre più garanzie.

IN COLLABORAZIONE CON RADIO NOSTALGIA

Lino Marmorato