Stampa
23
Giu
2010

ITALIA ñ NUOVA ZELANDA: GLI AZZURRI NON PROPRIO AL TOP

Pin It

Valutazione delle prestazioni dei singoli:  “I Piu` e i Meno” Deludente prova dell`Italia: e` 1-1 anche con la Nuova Zelanda. Gli Azzurri dopo aver subito il goal del vantaggio da parte di Smeltz, in fuorigioco, reagiscono e trovano il pareggio grazie ad un rigore di Iaquinta. Nonostante una schiacciante superiorita` nel possesso palla, non riescono a essere pungenti in attacco e addirittura rischiano di capitolare nel finale. Adesso per avere la certezza di continuare l`avventura nella coppa del mondo 2010  bisogna vincere contro la Slovacchia.
Vediamo nel dettaglio la prestazione di coloro che, tra i giocatori dell`Italia, hanno maggiormente inciso nel bene e nel male sul risultato finale.
“I Piu`”
Montolivo: 7. Ottima prestazione del capitano della Fiorentina. Sempre preciso negli appoggi; detta i tempi alla squadra con autorevolezza e lucidita`. Inoltre, dimostra di avere il piede caldo andando per due volte vicino al goal.
De Rossi: 6,5. E` l`anima di questa nazionale. E` lui a suonare la carica dopo lo svantaggio, proponendosi subito all`attacco e procurandosi il rigore del pareggio. E` ottima l`intesa con Montolivo.
Zambrotta: 6. A volte appare macchinoso, ma offre un contributo prezioso sulla fascia destra. Sfiora il goal nella ripresa, grazie ad un ottimo inserimento, purtroppo pero` il suo tiro non e` dei migliori.
“I Meno”
Iaquinta: 5. Ha il merito di aver realizzato il rigore, ma a parte questo non ha fatto un granche`. Non dispone di una tecnica sopraffina ed e` per questo che ci si aspetterebbe da lui un maggior apporto sul piano del dinamismo.
Camoranesi: 4,5.  Entra a discapito di Pepe che, a seconda del CT, non era stato abbastanza diligente nel seguire i compiti assegnati. Non conosciamo cosa sia stato chiesto a Camoranesi, di sicuro pero` non ha fatto meglio del suo compagno di squadra. Lippi: 4. “Errare humanum est, perseverare autem diabolicum”, volendo prenderla con filosofia.  Nulla e` perduto nella coppa del mondo 2010  ma perche` insistere con giocatori che nelle loro squadre di appartenenza hanno giocato poco o nulla in questa stagione? Riproporre Marchisio trequartista non ha convinto. Sostituirlo dopo pochi minuti dall`inizio del secondo tempo e` un`umiliazione che lo juventino non merita. Inoltre schierare Di Natale, capocannoniere dell`ultima serie A, cosi distante dalla porta sembra quasi un paradosso.