Stampa
29
Mag
2007

L' ADDIO DI NOVELLINO CULMINA CON LA SCONFITTA DELLA SAMPDORIA

Pin It

La Samp perde 5 a 1 contro la Fiorentina, peccato non ci voleva che l’addio a Novellino culminasse con la sconfitta più pesante della stagione. Perde ma potrebbe essere salutare per il futuro blucerchiato la sberla del Franchi. La Samp del prossimo campionato è da ricostruire non in toto ma quasi. I giovani ci sono, hanno personalità ma in serie A se non innescati al momento giusto e poco per volta possono creare danni, per crescere devono avere compagni di squadra che li guidino.

Fregoli e non Monzon Novellino ha perso una gara con Prandelli perché non aveva a disposizione,gli attaccanti non sono una novità,  dei centrocampisti in grado di cambiare il passo. L’unica mossa ,già vista molte volte, cambiare i ruoli, invertire i personaggi sulle corsie laterali. La formazione blucerchiata scesa in Toscana sin dai primi minuti ha dato la sensazione di una formazione senz’anima, senza né capo e né coda.

Imbarazzante il pomeriggio balneare di Accardi e Sala che si sono fatti fregare da tutti gli attaccanti schierati da Prandelli,tutti in rete. L’ultimo gol di Reginaldo è stato il sombrero ad Accardi per iniziare le vacanze al mare.
Quagliarella percentuale di gol spettacolari 12 su 13, ma nessun gol sporco in stagione e questo potrebbe essere un limite per un’attaccante.Gran gol al Franchi,il rovescio  si sacrifica poco attaccando poco la profondità per creare spazi per i compagni, con un alibi importante predica nel deserto tecnico della Samp, non gradisce giocare da prima punta.

                                               www.gruppozena.com
La Fiorentina al gran completo al cospetto del suo Patron Della Valle tornato allo Stadio con i suoi angeli custodi, due Ministri della Repubblica Italiana uno a destra e uno a sinistra, poteva evitare di affondare nel burro blucerchiato e deriderlo con una fastidiosa melina. Il Futuro blucerchiato non è rosa,oltre all’allenatore occorrono anche giocatori in grado di poter  fargli  fare un salto di qualità e in futuro di continuità.
La telenovela dell’allenatore continuerà, ma il comun denominatore delle richieste di tutti è solo uno, il programma, cosa vorrà fare la proprietà blucerchiata prima del 2011 in attesa del nuovo stadio.

                                          Lino Marmorato