Stampa
14
Mar
2008

LA FIORENTINA AL FRANCHI CONTRO IL GENOA

Pin It

La Fiorentina ha superato l’esame Everton.La squadra Viola ha superato il turno contro gli inglesi ai calci di rigore. Tanta sofferenza e grazie alle mani del portiere Frey.
Prandelli in Inghilterra voleva capire se la Viola al pari dell’Everton avesse   la fisicità, la mentalità e la personalità per affrontare un gara dove dentro c’era tutto il calcio. Le risposte sono positive solo  per quanto la personalità durante i calci di rigore, per fisicità e mentalità i blues di Liverpool l’hanno fatta da padroni.
Adesso contro il Genoa  Prandelli chiede un altro esame di maturità ai suoi ragazzi, vedere se sono guariti dalla  “sindrome Uefa”. I viola nelle  nove ripartenze  dopo la gara di Coppa  non hanno mai brillato, raccogliendo solamente nove punti: vincendo con Cagliari e Catania nelle prime tre giornate di campionato, pareggiando con Roma e Juventus a Firenze e con il Genoa al Ferraris e perdendo 4 volte con Udinese e Inter, Roma e Siena, l’ultima di campionato.
Alla Fiorentina più che il condizionamento Uefa manca il salto di qualità. Il suo rendimento è troppo altalenante: vedi le ultime  due partite , successo e bel gioco contro la Juventus a Torino e caduta inopinata contro il Seina domenica  scorsa.
La squadra di Prandelli ,come da copione a Siena ha fatto la partita, ma ha patito enormemente come è successo Mercoledì al Goodison Park contro l’Everton e nella settimana precedente contro la Juve e gli stessi inglesi a Firenze il centrocampo avversario che non hai mai dato tregua con pressing continui e alti a Donadel Montolivo e compagnia.
Frey contro il Siena non ha fatto una sola parata , ma dovuto chinarsi a prendere nella sua rete la velenosa punizione di Maccarone. Pazzini si è preso tutte le colpe della sconfitta per aver sbagliato una rete con 7metri e 30 davanti da dentro l’area del portiere. Ma le colpe non sono tutte del centravanti viola,dopo il gol di Maccarone c’erano ancora 15 minuti da giocare con un uomo in più , ma alla squadra di Prandelli è mancata la reazione per recuperare,  per mancanza di  fiato e lucidità. 
Il costo Uefa per la viola si è già presentato nel derby contro il Siena, e adesso contro il Grifo cosa succederà ?
Bella domanda. Le vittorie e i passaggi di turni Europei portano entusiasmo, ma la Fiorentina stanca e non brillante fisicamente non riesce a mettere in mostra il gioco organizzato di Prandelli.Ma  sarà stanca la Fiorentina ? Rispetto alle altre gare ha giocato di Mercoledì  anche se il viaggio di ritorno è stato avventuroso e contro il grifo Prandelli potrebbe optare per un’ampio turnover con il rientro di Liverani sicuro a centrocampo, Semioli quasi e probabilmente  Mutu.
Contro il Genoa Prandelli schiererà il 4 3 3 mascherato, con Jorgensen terzo di sinistra nell’attacco viola se non giocherà Mutu. Prandelli spera di recuperare Mutu, lo rischierà ? Con il rumeno in campo Mister Prandelli avrebbe un altro problema,senza Semioli in campo. Santana  Pazzini e Mutu in campo:  una Viola a trazione anteriore, ma tanti spazi per il grifone. 
Sara  assente  Papa Waigo , dopo la giostra patita da Gamberini e Dainelli contro gli attaccanti dell’Everton, turnover in difesa,dentro Koldrup. A centrocampo ballottaggio  per Montolivo o Kuzmanovic se giocherà Liverani.

Lino Marmorato