Stampa
09
Mar
2011

LA SAMP ALLA BORGHESIANA FA I CONTI CON L'INFERMERIA

Pin It

Parte da Roma la settimana più ardua della Samp e di Alberto Cavasin. Alla Borghesiana il nuovo tecnico blucerchiato i primi conti la truppa blucerchiata  li ha dovuto fare con l’infermeria: Palombo stop di tre settimane, Pozzi e Semioli migliorano ma corrono solamente con il preparatore atletico addetto al recupero degli infortunati, Tissone sempre ai box e sotto osservazione Lucchini e Poli per la trasferta di Catania.
Cavasin sotto l’Etna dovrà quasi inventare difesa e centrocampo e probabilmente dovrà ricorrere agli ultimi due acquisti di Gennaio, Martinez e al debutto di Perticone in fase difensiva, a centrocampo spera nel recupero di Pioli, altrimenti saranno tutti esterni ad affrontare il Catania di Simeone, che già si prepara ad affrontare i blucerchiati modello “bombonera” argentina, ma senza i confetti dentro.
Il secondo problema di Cavasin , senza i 5 tenori tra passato e presente, sarà quello di alzare il morale della truppa rossoblu.
Importante la trasferta in Sicilia della Samp la situazione è  particolarmente critica servono punti per la propria autostima e per non essere coinvolti in una bagarre retrocessione non prevista da nessuno ad inizio campionato e le parole del tecnico del Cesena Ficcadenti, della scorsa  settimana: “Bisogna fare la corsa sulla Samp la squadra meno attrezzata psicologicamente ad affrontare la battaglia delle retrocessione”, tuonano  nella testa dei calciatori blucerchiati ed anche dei dirigenti dopo le parole di ieri del Presidente del Brescia Corioni : “Scendere in B attualmente e come perdere 40 milioni di euro e può anche significare il  fallimento di un club”. ( LINO MARMORATO)