Stampa
22
Apr
2007

LA SAMPDORIA BATTE IL MESSINA MA NOVELLINO CONTESTA LE SCELTE DELLA SOCIETA'

Pin It

La Samp batte il Messina, ma guai a pensare che tutti i mali blucerchiati siano finiti.
Ha sofferto per un tempo contro una squadra fragile, senza carattere già in Serie B.Il successo contro i siciliani permette a Novellino di lanciare la sfida per l’Europa a Fiorentina e Udinese.La salvezza raggiunta con 5 giornate d’anticipo rispetto allo scorso anno fa felice Monzon.   Adesso si aspetta qualcosa dai suoi giovanotti. Alla Samp è mancata la testa giusta per acquisire la mentalità vincente, la continuità per fare il salto di qualità è il vero obiettivo della Samp in queste ultime giornate di campionato, la differenza come ho detto in precedenza la farà la testa con cui entreranno in tutte le gare in programma, e dopo qualcosa potrebbe succedere, senza illudere nessuno anche guardando il calendario delle altre.

Alla vigilia dopo la lite tra Novellino  e Del Vecchio dicemmo che eravamo contenti, e ne abbiamo avuto la conferma, sono vivi e non avevano sbracato,dopo le due sconfitte consecutive.La vittoria sul Messina è tutta di Novellino, ha azzeccato i cambi nei momenti topici della gara.Bravo a capire quando il giovane Romeo non riusciva più con Bazzani a coprire il pallone e far salire la squadra ha innescare la danza di Del Vecchio sotto la sud .

Alla fine sfogo finale di Novellino, contro la montatura della lite con Del Vecchio, ma anche picconate mirate:”La Società non mi ha mai chiesto un posto in Uefa. Per giudicarci si devono considerare gli investimenti fatti da altri club, se avessi avuto gli esterni come richiesto, l’Europa non ci sarebbe sfuggita”.

                                      www.gruppozena.com

Picconate pesanti che lasceranno il segno non tra  i dirigenti, ma nella proprietà.Adesso ci proveranno, vivendo alla giornata, ma ci vorrà un’altra testa,scusate la replica, con l’aiuto dei giovani, a proposito  di Romeo ,combatte a dei numeri come Koman, Ziegler ,Bastrini, Da Mota,quando sono stati tirati in ballo, anche con loro ci vorrebbe un po’ più di continuità.

                           www.nostalgia.it     Lino Marmorato