Stampa
11
Dic
2009

LAZIO GENOA . ULTIMA SPIAGGIA PER IL TECNICO BALLARDINI

Pin It

Lazio , ha perso l’ultimo derby,  giocato molto più  sui nervi che sul giuoco. I numeri parlano per i banco- celesti:  quinto ultimo posto  in classifca , 1 solo punto sulla zona rossa della retrocessione, 13 partite senza vittorie( 7 pareggi e 6 sconfitte), 9 reti in 14 gare .
Derby perso e tifosi laziali in fermento, con sit - in (pacifico)  domani  mattina per incoraggiare la squadra e contestare Lotito.
Al  tecnico Ballardini è tornata la parola dopo il derby con la Roma, ammettendo che la gara contro il Genoa , senza vittoria, potrebbe essere l’ultima sua occasione, anche se il Presidente Lotito,  difficilmente lo licenzierà: Ballardini ha un contratto di 750.000 euro netti ancora per due stagioni.
La Lazio nel derby con la Roma è stata sfortunata , ma non si è capito perché il tecnico Ballardini  ha rinunciato alle frecce del suo arco: Rocchi e Foggia.
Errore grave del tecnico perché ha permesso alla Roma di non incassare gol al passivo. per la prima volta dopo 18 partite
Mister Ballardini ha messo in campo una cerniera robusta di centrocampo, chiudendo tutti gli spazi ,bloccando molte delle iniziative dei giallo rossi, ma nel complesso il suo modulo  ha fruttato solamente 2 tiri nella porta di Julio Sergio portiere della Roma, , salvatore dei giallo rossi sul tiro di Mauri.
Tutta la supremazia territoriale dei laziali non producendo nulla in attacco non ha neanche permesso a Zarate di muoversi bene, soffocato dalle doppie marcature dei romanisti, ma anche molto individualista.
Il Modulo iniziale della Lazio  contro  la Roma sembra essere la pubblicità di una resa psicologica, m anche l’alzata della  bandiera bianca dal lato fisico.
La preparazione fisica sbagliata   per vincere la Supercoppa di Pechino contro l’Inter sta producendo danni , ancora non irreversibili, perché siamo alla 15ma giornata di campionato, ma quasi.
Il 5 4 1 di Ballardini contro la Roma non è stato capito da nessuno. Ma più che il catenaccio della Lazio hanno spaventato il calo fisico e le gambe molli dei laziali dopo un’ora di giuoco: puntuale appuntamento della Lazio negli ultimi incontri di campionato ed E.L.
Contro il Genoa la Lazio ha perso il motore di centrocampo Baronio , Mauri, squalificati, Matuzalem stirato, rientrano in formazione Dabo e Siviglia.
Le cronache e i numeri dicono  che la Lazio in queste 15 giornate di campionato attacca ma non fa male: nelle classifiche di Baconi , il super esperto di numeri calcistici,  è :  quinta nei tiri in porta, nona nella supremazia territoriale,diciassettesima come indice di pericolosità.
Indice di pericolosità per gli uomini del calcio dei  numeri sono: possesso del pallone, pericolosità di arrivare al tiro,verticalizzazioni, creazioni di occasioni da gol.
Il grande problema laziale la scarsa profondità negli ultimi 30m di campo e la  scarsa presenza dentro l’area avversaria.

Ballardini contro il Genoa vuole cambiare il cammino dei questi numeri e probabilmente giocherà con il 3 4 1 2
Le soluzioni più difficili a centrocampo le sostituzioni di Baronio ,Matuzalem e Mauri.
Contro il Salisburgo in E.L., per turnover, a centrocampo  giocò con Brocchi e Mauri centrali, contro il Genoa la soluzione potrebbe essere Brocchi e Dabò al rientro.
Muslera in porta, Siviglia, Stendardo,  Radu, Lichstenier, Brocchi, Dabò,Kolarow,
Foggia, alle spalle di Rocchi e Zarate.