Stampa
18
Dic
2006

LO SPEZIA IMPATTA A BRESCIA MEGLIO GLI AQUILOTTI DELLE RONDINELLE

Pin It

Brescia Spezia.
Le rondinelle non volano, gli Aquilotti si.
Come da copione, Brescia che domina nel primo tempo,Brescia che spreca, Brescia che soffre nel secondo tempo.
Nel primo tempo Brescia tutto pressing asfissiante, motivata che ha messo sotto pressione gli spezzini.
Nella ripresa la trasformazione degli uomini di Soda che festeggia la 50° panchina con lo Spezia.
Tutto studiato a tavolino da parte della panchina d’argento.
Lasciare sfogare le rondinelle, aspettando  come spesso e’ accaduto in questo campionato il calo di tono degli avversari, prendendosi minuto dopo minuto spazi importanti , prendendo coraggio
Lo Spezia negli ultimi venti minuti, sembrava più  in palla ,peccato per i soli 4 minuti di recupero, giusti, il Brescia stava per capitolare da un momento all’altro.
’ Guidetti firma il pareggio,partita che bisognerà subito archiviare e cercare di recuperare qualche illustre assente, il cuore e la determinazione non faranno sempre la differenza.
Per Soda continuare a giocare senza  Varricchio,Giuliano,Nicola ,Maltagliati e soprattutto Saverino,sarà dura, per di più tre gare in sette giorni prima di Natale.
Si volta pagina al  Picco Martedì sera arriva il Lecce di Zeman,che ha perso in casa per 3 a 1 nel derby pugliese con il Bari.
Non deve ingannare il risultato Zeman questa volta ha perso per prodezze balistiche dei galletti ,ma anche per il solito fragile sistema difensivo .
Soda non dovrà  spaventarsi del Lecce, deve cercare di fare la gara , di attaccare, guai a chiudersi, se riuscirà a non lasciare spazi ai sudamericani del salento Valdes e Giacomazzi in particolare e saprà pungere la difesa di Zeman, potra’ mettere sotto l’alberto di Natale un bel regalo, in anticipo  e venerdi a Rimini  giocare con la forza di chi non ha nulla da perdere.

IN COLLABORAZIONE CON RADIO NOSTALGIA

-Lino Marmorato -