Stampa
10
Dic
2006

LO SPEZIA NEL VENTO DI LIBECCIO CONTRO IL CROTONE RITROVA LO SPIRITO GIUSTO

Pin It

GuidettiNel Vento di Libeccio, nel fango ,nell’acqua del Picco, lo Spezia ha ritrovato lo spirito giusto  lasciato al Ferraris ..Cuore e rabbia le armi per sconfiggere un Crotone mai domo anche  9 contro 11.
Bruttissimo cliente i calabresi, per gli aquilotti, bloccati, dopo 5 giornate di campionato positivo.
La sindrome della rimonta non ha condizionato Soda, che ha messo in campo il rombo, con Alessi, che lo scorso anno in serie C gli regalo tante fortune, alle spalle  di Guidetti e Dionigi.
Lo Spezia prova a spingere, ma deve arrangiarsi , gli attaccanti non centrano mai la porta.
Fortunatamente che Saverino, il capocannoniere  degli aquilotti, vede la porta.
Rispetto alle altre gare al Picco, lo Spezia ha avuto il merito di non arrendersi, anche quando i calabresi, avevano effettuato l’ennesima rimonta del campionato.
Spezia è una vittoria che vale tanto, anzi tantissimo, perché il calendario è in salita,vittoria pesante per Soda, ma deve recuperare alla svelta Varricchio, perché  il modulo a trazione anteriore specialmente in casa è l’unico per uscire dalle sabbie mobili dei play out.
Lo Spezia respira, il Crotone va affondo nella libecciata spezzina, adesso ritrovato lo spirito dell’impresa storica, deve dare continuità  ai suoi  risultati , senza spaventarsi o studiare alchimie tattiche, il calcio in C o in B è sempre lo stesso,fare gol e non subirne.

IN COLLABORAZIONE CON RADIO NOSTALGIA

-Lino Marmorato-