Stampa
28
Set
2011

Malesani e gli "step".

Pin It

 altRipresa a Pegli con Rossi pronto a riprendere la preparazione in gruppo e in attesa di notizie per il rinnovo contrattuale finoal 2014. Dainelli squalificato. Mesto al rientro dopo la sosta per gli impegni della Nazionale annuncia il suo

sposalizio per Giugno. Ze Eduardo spera nella Festività di “ Tutti i Santi” per iniziare la sua avventura al Genoa. Alhassann ghanese di 19 anni , esterno della Primavera rossoblu già varie volte convocato da

Malesani per gli allenamenti della prima squadra, convocato dalla Nazionale maggiore del Ghana per una gara amichevole . La Primavera in campo contro la Fiorentina. Il tifo dei tifosi rossoblu via internet ha fatto fare nuovamente “gol” a Pato Aguillera, uscito dalla terapia intensiva dopo l’operazione al cuore. Genoani nel mondo, ma anche sportivi nel mondo: Il Nelson Rugby club, patria del pallone ovale neozelandese in occasione del Mundiale di Rugby ha stretto un gemellaggio con il Vecchio Balordo.

Malesani ieri alla ripresa ha festeggiato Palacio capocannoniere del campionato e il miglior attacco del campionato ma aveva un chiodo fisso mettere mani agli errori non solo difensivi della squadra visti contro il Chievo.
Il secondo step del tecnico veronese era quello di entrare nei particolari per le correzioni, anche se non riesce ancora a rendersi conto dei due gol incassati dai suoi giganti di testa dai “nanetti” clivensi, liberi in mezzo dell’area di rigore davanti a Frey.
Altro step il centrocampo rossoblu di qualità, ma quando non riesce a fare il cambio passo in difficoltà per la sua lentezza. Altro particolare le ripartenze dei rossoblu che si devono fare con dei passaggi e non con i lanci lunghi. Non è un particolare ma Malesani dovrà insegnare a gestire gli sforzi. Per fare questo Malesani ha bisogno del compito di tutti : gli attaccanti non possono permettersi nel calcio moderno di lavorare poco, i difensori non possono essere bloccati sulla linea difensiva.

Un altro lavoro di Malesani far capire ai giocatori che devono giocare per la squadra e dopo per se stessi. La qualità per vincere deve essere al servizio della squadra e quando serve gestire la partita buttando anche il pallone in tribuna o congelarlo… Per ultimo avere la fisicità e non sfruttarla e metterla in evidenza sui palloni inattivi quando si viene strattonati dentro le aree avversarie, non serve .
Da Parma dopo quattro partite: tre sconfitte ed una vittoria, ringraziano l’assist della trasmissione Controcampo di domenica sera che ha mostrato il mancato secondo giallo a Kjaer della Roma. Il Presidente Ghirardi ne ha subito approfittato portandosi avanti con il lavoro sulla “sudditanza arbitrale” nei confronti delle grandi squadre.(LINO MARMORATO)