Stampa
28
Ott
2011

Verso Fiorentina Genoa

Pin It

altLa serie A è iniziata con un mese e mezzo di ritardo alla vigilia della 10 giornata di Campionato: il Genoa c’è. Malesani anche ! Dopo aver giocato a fare il gatto contro i topolini Conte ed Enrique e i loro moduli.. I pregi di Malesani anche

 se non ha giocato ad alti livelli leggere bene le partite e vedere i punti deboli degli avversari. Il tecnico rossoblu Non è maniacale nellaricerca degli equilibri tra i reparti, bravo ad organizzare la fase difensiva e offensiva. Difficilmente le squadre di Malesani , quando hanno incorporato gli schemi, subiscono dei contropiedi. Le sue squadre sono molto aggressive sulle corsie laterali ed a centrocampo specialmente davanti alla difesa.

Il Genoa di Malesani è : con centrocampisti che corrono ed attaccanti che lavorano per la squadra , e una difesa con pochi errori. Le carte vincente attuali: Palacio lavora per gli altri offre i palloni ai compagni .Con lucidità gioca da centravanti combatte su ogni pallone facendo pressing, porta via palloni di testa ai compagni di nazionale Heinze e Burdisso. Reggere l’attacco rossoblu da solo, senza mai andare in difficoltà una qualità ancora sconosciuta del codino argentino. Jankovic ha segnato un gol che gli farà dimenticare i guai del passato. Non è più un solitario, gioca per la squadra, le mosse calcistiche ci sono sempre. Rossi , si è ripreso il ruolo di capitano grazie alla duttilità e alla sua corsa. Come al solito partito tra le riserve in silenzio ,pronto ad un altro campionato da protagonista. Veloso : madre natura gli ha dato piedi, tiro e testa .Lui ha aggiunto gambe e corsa, grazie al fine lavoro di Malesani , iniziato il primo giorno del ritiro austriaco, che gli ha caricato la squadra sulle spalle. Merkel, l’ennesima invenzione del tecnico veronese di mediano-trequartista. Le squadre di Malesani che, in passato hanno ottenuto risultati, sono sempre diventate team, pur avendo in rosa giocatori importanti.

Contro la Fiorentina,   con Mihaijlovic all’ultima spiaggia potrebbe giocare un altro Genoa tatticamente, con qualche innesto fresco : non tanti. Malesani aveva chiesto fiducia ed aveva ragione, aveva pronosticato un pronto riscatto del Grifone dopo un inizio faticoso. Il pareggio con la Juve e la vittoria contro la Roma riportano i rossoblu in linea con le aspirazioni e i programmi della società. Anche se Malesani non è come Paganini ripetendo in ogni conferenza stampa : “Il Genoa è un cantiere aperto almeno ancora per un anno”. L’unico neo di Genoa Roma l’ennesima poltrona vuota al centro della Tribuna di Onore di Enrico Preziosi: Malesani gli ha dato entusiasmo con i risultati ad altri il compito di caricarlo e farlo nuovamente diventare il “Cicciobelloprezioso”, non riempiendo il Ferraris. ma con il calore del Popolo rossoblu. Malesani contro la Fiorentina potrebbe riproporre il 4 3 1 2 , metodo di lavoro studiato dall’inizio del ritiro. Si candidano al rientro Kucka e Caracciolo.Dovrebbero essere confermati a centrocampo Rossi e Veloso, Merkel in gran forma . Jankovic, pronto in panchina , dopo essere uscite con Juve e Roma stremato e con i crampi. Tutti invocano Jorquera: prossimamente deve farsi gamba e fiato per fare le due fasi di giuoco. Palacio probabilmente contro la Viola non sarà sacrificato a fare la sponda , sarà utile in zona gol. Firenze : Mihaijlovic nel mirino per salvare la panchina deve battere Genoa e Chievo. Battere il Genoa sarà fondamentale. I calciatori chiamano a raccolta il pubblico: “''sappiamo che adesso il clima in città non è dei migliori ma chiediamo ai tifosi di avere pazienza e di non mollare perché la loro carica e il loro apporto è fondamentale.

Le critiche a Mihajlovic ci dispiacciono molto e ribadiamo che la squadra è unita ed è tutta dalla parte dell'allenatore''. Parole di Gamberini a nome dello spogliatoio . I problemi della Viola non sono sul terreno di giuoco perché oltre Vargas, Montolivo, in rotta con la società e con i tifosi e con la valigia in mano per gennaio destinazione Milano, anche Pantaleo Corvino è nel mirino dei Della Valle. Kharja, Lazzari, Silva gli ultimi acquisti con un pedigree, ingaggiati nell’ultima sessione di calciomercato non sono entrati in sintonia con il giuoco e la squadra gigliata. Contro il Genoa , Mihaijlovic dopo essersi confrontato a muso duro con la squadra rei di non aver messo in pratica le sue disposizioni tattiche , riproporrà il suo 4 3 3 , dato che negli ultimi tempi ha cominciato a dubitarne? Probabilmente si ! Senza un calciatore , inventato mediano incontrista dal serbo, come Behrami squalificato, il tecnico deve scegliere nel centrocampo a tre se affidarsi a Vargas o a Lazzari. Spera nel rientro di Cassani in difesa , davanti punta tutto su Gilardino e Jovetic, sperando che sia finito il periodo inconcludente di Cerci, nel mezzo su Montolivo. (L ino Marmorato)