Stampa
29
Gen
2011

NAPOLI CONTRO SAMPDORIA

Pin It

Il Napoli attualmente è Cavani e Lavezzi, ma i due tenori partenopei funzionano grazie a Mazzarri per  avergli costruito intorno uno spartito  che suona solo per loro. Mazzarri è stato bravo a costruire una squadra capace di giocare da provinciale contro le piccole e da grande contro le grandi.
L’ultima vittima è stato il Bari di Ventura  in Puglia.  Mazzarri ha ottenuto  il massimo risultato con il minimo sforzo, mostrando una crescita sul piano della personalità,  mancata nelle precedenti trasferte nel girone di andata.
I due “Caruso”:  Lavezzi eccederà anche in egoismo , ma produce gol ed assist: un pericolo costante  per le difese avversarie; Cavani, profilo dell’attaccante moderno , si sacrifica molto per la squadra ma è sempre puntuale all’appuntamento gol : capocannoniere con 14 reti senza  rigori.
Lavezzi e Cavani e Hamsik  confermano la teoria  dell’attuale campionato: non  vincono i solisti,  ma il giuoco tra le linee avversarie sempre schierate in modo schematico.



Il  3  4 2 1 di Mazzarri funziona come un’orchestra, la  difesa impostata su De Sanctis in porta , e schierata a tre calciatori con  Campagnaro Cannavaro e Aronica soffre poco,  coperta bene da 4 motorini “duracell” a centrocampo :  Pazienza e Gargano centrali  e dalla facilità di corsa sugli esterni nel  fare la fase difensiva e quella offensiva di Maggio e Zuniga .
Dietro a Cavani unica punta ,  di Lavezzi abbiamo detto,  manca qualche volta  all’appello Hamisk, ma la differenza viene fatta dal tourbillon del tridente che fa perdere marcature agli avversari.
Contro la Samp in dubbio Lavezzi colpito dall’influenza, dentro Sosa e confermata la squadra che fa sognare il Ciuccio e sussultare il Vesuvio, vista la classifica.  

( LINO MARMORATO)