Stampa
10
Mag
2010

ORGOGLIO ROSSOBLU DENTRO E FUORI DEL FERRARIS

Pin It

Genoa Milan 1 a 0 . Gol di Sculli.Una giornata uggiosa .Oggi ci siamo trovati a riflettere dove andrà a finire il calcio italiano , il mondo del pallone che tutti noi amiamo che carica di gioia o di dolori le nostre domeniche.
La decisione di chiudere il Ferraris a 23000 e rotti tifosi del Genoa è stata demenziale, mentre in giro per l’Italia c’erano tifoserie che in queste ultime giornate si  sono macchiate di colpe molto gravi.
Triste il Ferraris senza le voci che rimbombano e fanno  eco da una gradinata all’altra,  con i giocatori che durante il riscaldamento erano sbigottiti della strana situazione.
Brava la  tifoseria del Genoa a non cadere nel trappolone,  teso dopo la chiusura del Ferraris:  prova d’ amore al Vecchio Balordo.
La Legge è uguale per tutti , ma non  tutti sono uguali davanti alla Legge, ma il Cams e Osservatorio  una volta per tutte dovranno fare dei distinzioni tra le varie tifoserie.
Trasformare la Giornata della Vergogna nell’Orgoglio rossoblu è stata la forza del Popolo genoano.
E’ giunto il momento di cambiare e le tifoserie sane devono riappropriarsi  delle giornate calcistiche ed essere libere di portare i figli  allo Stadio senza paure trasmettendo la gioia e la passione per la squadra del cuore.
Non saranno Tessere del tifoso rilasciate in banca  come i Bancomat e Osservatori miopi  a cambiare il calcio.
La partita senza la generosità del tifo rossoblu è difficile da commentare.
Il Genoa con 6 cerotti in partenza in corso di gara ne ha collezionato un altro Sokratis fermo per affaticamento muscolare.
Il secondo tempo del Genoa, grazie anche  al Milan Fantasia di Leonardo con orgoglio ha  tenuto bene il campo giocando a sprazzi e  anche bene.
Le riserve rossoblu hanno dimostrato di conoscere abbastanza lo spartito di Gasperini.
Sculli è stato di parola dopo Bari : chiunque giocherà con il Milan  darà il massimo.
Criscito da Capitano, nel giorno della Festa della Mamma ha dedicato la  Vittoria alla Mamma del Vecchio Balordo: la Gradinata  Nord.
La grande speranza dopo questa triste domenica uggiosa è quella , di non sentire i soliti “pisquani” che parlano  dell’inadeguatezza del Vecchio Ferraris.
Girando da una quindicina di anni  con Radio Nostalgia,  gli unici Stadi che sono fuori dai  quartieri in serie A sono : Udine, Milano, Roma, Bari e Cagliari.
Troppo   pochi per continuare a rompere i palloni solamente al Ferraris !  

                                                                         Lino Marmorato