Stampa
19
Gen
2011

PASSATA LA TEMPESTA ODO IL GRIFO PREZIOSI FAR FESTA

Pin It

Giorno da Grifo al Pio Signorini, anzi Prezioso ! Duro ma preciso lo sfogo di Preziosi: “al primo insulto contro la mia famiglia , abbandono il Genoa”.  Confermando contemporaneamente  anche l’interesse vivo della famiglia per il Genoa, pronta ad investire  per  il nuovo progetto  di squadra di giugno,  ripartendo da un  Genoa giovane  e di acquisire  i  terreni di Cogoleto per la nuova struttura.
“Il Genoa non è alla sbando, ho sbagliato rimedierò in questa campagna acquisti e fra 15 giorni ritornerà il Genoa”. “Una moina a Ballardini  ed un taglio al passato”.
Attaccati  tutti: “Media, Stampa, frequentatori di Internet, amici,  perché sono scesi troppo alla svelta dal Cavallo rossoblu e dal suo , dopo averlo eletto Re del mercato a Luglio e adesso Cenerentola”.
“Avviso ai calciatori, gli ultimi arrivati  e quelli con la saudade di Russia e Argentina, la porta è aperta , al Genoa bisogna giocare con il sorriso sulle labbra”
“Calcoli sull’attuale campagna acquisti, precisando che Sculli è voluto andare via ed è stato pagato per adesso 1500 euro meglio scriverlo in lettere: millecinquecento euro”, i  3 milioni e rotti tutti sulla parola a giugno.”
Sugli arrivi: “Floro Flores già al Pio, Konko domani, Ze Eduardo arriva se ci sarà il passaporto comunitario, ma ci crede il Joker”
Sulle partenze: “ Criscito fino a giugno non si muove neanche con le bombe, Il Genoa ha bisogno di Lui e Mimmo è d’accordo”.
Su Eduardo: “Il portoghese non si può annientare per un’altra papera”.
Eduardo è in bilico, ma la decisione sarà presa nel suo interesse , in sintonia con Lui. Il Siviglia lo ha rifiutato nell’affare Konko. Marchetti e Storari si giocano i pali del Genoa per il futuro, aspettando Perin, con lo juventino favorito di Ballardini che non vorrebbe un portiere fermo da sei mesi.
Per qualcuno Preziosi è tornato, sbagliato ! Preziosi c’è sempre stato, assumendosi le sue responsabilità , e la dopo la reprimènda contro tutti e tutto , dopo aver fato il domatore sotto la Gradinata del Pio zittendo i giovani contestatori, è andato Via con il sorriso sulle labbra:  la più bella notizia della Giornata da Grifo di ieri !
Avviso ai “maniman” politici ed industriali genovesi, non cullarsi in falsi sogni.
Preziosi: non molla, non molla, non molla !
 
Floro Flores viene giudicato attraverso i numeri facendo una media solamente per i gol realizzati. I  “Pitagora del calcio” in pochi hanno tenuto conto che  dal campionato  2007 al 2011(oggi) nel pieno della maturità ad Udine  ha giocato 114 gare su  163 di campionato ed altre 25 di Coppe varie, e molte iniziate in panchina, con Toto Di Natale, Quagliarella ed altri in campo.
Floro Flores l’unico anno che avuto la responsabilità di un’ attacco è stato
prolifico: Arezzo, 79 partite, in  B, 29 reti.
Prima di giudicarlo attraverso le tabelline è meglio aspettare… perché da domenica avrà la responsabilità di essere titolare , di avere il peso dell’attacco di una squadra  sulle spalle e di giocare con continuità.
Floro Flores dopo 7 anni rivede il mare, non quello di Posillipo, ma quello di Genova…
Dal Campo: Per Dainelli non dovrebbe essere nulla di preoccupante dopo gli esami di ieri sera all’adduttore. Floro Flores Paloschi, lavoro differenziato,  si sono allenati con i compagni. Al riattiva di Chiavari è rimasto solo Antonelli.
 
                                                  LINO MARMORATO