Stampa
16
Gen
2008

PENSIERINI ROSSOBLUCERCHIATI

Pin It

Già archiviata la gara con il Palermo. Mazzarri contro il Cagliari vuol ripetere la gara contro gli altri isolani. Vincere, superare il turno degli ottavi di Coppa Italia  giocando anche bene.  Per  rimontare  l’uno a zero dell’andata Mazzarri e la Samp saranno chiamati a dar seguito alla bella prestazione di domenica scorsa. Avrà bisogno del Fantacassano che giocherà in staffetta con Bellucci dal primo minuto , ma per ripetersi di  tutti i giocatori blucerchiati . Dovranno concedere e subito pochissimo al Cagliari, che arriva imbottito di seconde linee e da giovanotti della primavera, che non avranno nulla da perdere e vorranno  mettersi in evidenza.
Prima la Coppa Italia e dopo la Juventus, che ieri sera in Coppa Italia ha dimostrato vincendo per 5 a 3 con l’Empoli di non mollare mai, ma di avere una difesa imbarazzante con l’handicapp aggiunto dell’infortunio di Chiellini contro i toscani. All’ultima giornata di campionato Mazzarri e la Samp a Torino vorranno sfatare il tabù  delle trasferte sul piano del gioco ,della grinta e della determinazione, mancato  nel 2007.

Il Genoa è tornato da Roma con tre punti di platino, tre punti che lo hanno allontanato dal fondo della classifica, 3 punti  con “effetto morale alto” per la truppa di Gasperini.
La fondamentale vittoria contro la Lazio ha mostrato un Vecchio Balordo attento e deciso in difesa dove è tornato De Rosa e un centrocampo con un  Milanetto  , pratico e geometrico nel suo gioco  che  ha dato la giusta profondità all’attacco rossoblu.
A Roma in ombra Rubinho, può succedere, ma anche gli esterni Leon e Sculli.
Per il primo ci sarà uno stop di  venti giorni,  per il calabrese,la sua involuzione tattica lo porta ad essere un’ex attaccante, anche se all’Olimpico ha dovuto  stringere i denti.
Fuori dai cancelli del Pio di parla molto di calciomercato, dentro Gasperini deve fare i conti con il presente e  le assenze di esterni con Leon fuori causa,e Sculli che non si allenato.Paradossalmente il Genoa in ritiro in Austria aveva 8/ 9  attaccanti contro l’Atalanta  solamente uno anche se si chiama Borriello.  Contro l’Atalanta dovrà inventarsi qualcosa il tecnico di Grugliasco.Non avrà l’apporto dei nuovi arrivati, questione di transfer, ma anche di condizione fisica non giocano da almeno due mesi Masiero e Wilson.

In molti vorrebbero Figueroa in campo contro l’Atalanta, mai dire mai, ma il delantero argentino deve metterci qualcosa di più , di suo, anche negli allenamenti. Ieri il Gaspe ha organizzato espressamente di Martedì  la gara contro la Berretti per l’argentino, e Figueroa  non è sembrato in giornata, vivendo di spunti, ma non di scatti e smarcamenti, controllato specificatamente da Ghinassi che non è un Berretti.
Di Vaio contro la Berretti era stimolato, ma è sul mercato e chissà se sabato sarà ancora rossoblu.
Se Marco Di Vaio sarà ancora in rosa rossoblu, Gasperini potrebbe anche utilizzarlo contro gli orobici, e sono sicuro che potrebbe essere anche il  “non canto del cigno”.
Ci vorrà un po’ di sacrificio tattico  da parte di tutti. Rispettando il vecchio detto di H.H.  ma sposato da Gasperini: “Giocando individualmente giochi per l’avversario, giocando di squadra giochi per te”.

                                                              Lino Marmorato