Stampa
14
Giu
2007

PER GENOA E SAMPDORIA E' GIA' TEMPO DI CALCIOMERCATO

Pin It
Mentre le sirene del calciomercato continuano ad ammaliare i tifosi con il canto degli arrivi dei prossimi campioni, si delinea guadando il lavoro delle grandi quale sarà la tendenza del prossimo calciomercato, il giro dei campioni sarà ridotto al minimo.

Le stelle di questo inizio di calciomercato sono gli allenatori rispetto ai giocatori. In molti non lo considerano un buon segnale,senza giocatori difficile ottenere salti di qualità importanti.
I rossoblucerchiati sono in una botte di ferro Mazzarri e Gasperini sono due garanzie.
Alla Sampdoria via Novellino, che non ha potuto seminare per colpa di incidenti vari e squalifiche, dentro il Livornese tecnico sulla cresta dell’onda che ha fatto benissimo a Livorno difficile essere profeti sul proprio territorio riportandola dopo 50 anni al grande calcio e si è superato negli ultimi tre anni a Reggio Calabria.
Mazzarri in molti lo aspettano con curiosità al vaglio Samp, un salto importante, a Genova la salvezza non basta.
Gasperini al grande salto è veramente atteso da tutti dai suoi estimatori e dai suoi denigratori che adesso sono saliti tutti sul suo autobus coloro che criticavano il suo 3 4 3 all’inizio del campionato sicuri del flop durante il campionato.
Il tecnico di Grugliasco,vero professionista della tattica, in B non ha mai preparato una gara in Funzione  degli avversari. Cura i particolari,cultura del lavoro fa le cose che probabilmente fanno tutti gli allenatori,ma meglio, con pignoleria. Maniaco degli allenamenti a gioco corto, ad un tocco, possesso di pallone,velocità e pressing con partitelle a campo ridotto, prova a giocare le gare in anticipo con l’aiuto della panchina, in 14. Mentalità vincente che coinvolge anche i giocatori,contenti anche se faticano molto quelli che non giocano.
In Serie A  ha già detto, se ci vorrà prudenza la utilizzeremo. Ma giocheremo sempre per vincere.

www.gruppozena.com

Calciomercato:
Per Quagliarella la proposta più concreta arriva dalla Roma tramite il quotidiano il “Romanista”.
“La Roma in sostanza ha sempre aperte due strade per riuscire ad arrivare al giocatore. La prima è quella di prenderlo tutto nel caso in cui una tra Sampdoria e Udinese riscatti la seconda metà del cartellino dall'altra. In tal caso per la società giallorossa sarebbe più facile andare a trattare perché potrebbe concentrare tutte le sue risorse in un'unica direzione, più Genova che Udine, con un'offerta irrinunciabile: soldi, una cifra vicina ai 10 milioni, più le comproprietà di Brighi e Curci ed il prestito di Mirko Vucinic. La seconda strada porta alla comproprietà. La Roma in caso di rinnovo tra Samp e Udinese dovrà puntare alla metà del giocatore, quella dei genovesi che detengono il diritto alle prestazioni sportive. L'offerta rimarrebbe sostanzialmente la stessa nei giocatori, la metà di Brighi e Curci più il prestito di Vucinic, ma il cash da versare si ridurrebbe a non più di un paio di milioni. In questo caso però la Roma dovrebbe poi alla fine della prossima stagione mettersi seduta a trattare con l'Udinese, cosa non facilissima, sperando che nessun'altra grande abbia in mente di ripetere la stessa operazione con i friulani.”

Genoa: uno degli obiettivi di Preziosi da molto tempo un suo pupillo, Floro Flores si sta accasando all’Udinese, secondo noi l’ex aretino,non serviva,  ha caratteristiche similari ad Adailton,Sculli e Di Vaio .In casa rossoblu sono concentrati a recepire 4 elementi mirati che permettano di fare il salto di qualità al 3 4 3 di Gasperini, modulo tattico che richiede giocatori di grande personalità in difesa e a centrocampo. 


IN COLLABORAZIONE CON RADIO NOSTALGIA

Lino Marmorato