Stampa
07
Feb
2007

PIU' PESANTE DEL PREVISTO IL DECRETO SULLA VIOLENZA NEGLI STADI

Pin It

Sono quindici pagine e tredici articoli. Confermato che gli stadi che non sono a norma resteranno chiusi. Niente pubblico, e questo vale per tantissimi impianti: da Milano a  Napoli. Sarà proibito anche il possesso di razzi, fumogeni, petardi in occasione di manifestazioni sportive, non solo in occasione della partita ma anche 24 ore prima e dopo. Le pene sono severe.
Puniti i club che utilizzano steward con precedenti penali. La flagranza differita è aumenta: possibile l'arresto sino a 48 ore dal reato (ora è 36 ore). Aumentate le pene anche per il reato di resistenza a pubblico ufficiale: carcere da 5 a 15 anni.Codice di autoregolamentazione per tutti i Media .  I presidenti di club intanto restano sul piede di guerra: si ritroveranno domani a Fiumicino e chiederanno di poter riaprire almeno agli abbonati.. Deciderà domattina l'Osservatorio per le manifestazioni sportive del Viminale.
 
 E' improbabile che i presidenti possano scioperare: da oggi dovranno mettersi  al lavoro per cercare di sistemare il più presto possibile i loro stadi. Stabilito inoltre che per tutto il mese di febbraio le partite si potranno disputare soltanto alla luce del sole. Proibite le gare in notturna.
I sindacati di Polizia  in rappresentanza della quasi totalità degli operatori della Polizia di Stato, si dichiarano contrari a qualsiasi compromesso col calcio violento. "Non si può far finta che nulla sia successo, ed occorre che la morte dell'ispettore capo Filippo Raciti -si legge in una nota- segni un punto di non ritorno".

La presenza molto forte della 'ndrangheta negli stadi del nord Italia, collegata allo smercio della droga e alla violenza delle tifoserie, e' denunciata dal presidente dell'Antimafia Francesco Forgione che segnala l' esistenza di indagini, in questa direzione, condotta a Milano, Torino, Genova e Verona.
La Federcalcio ha comunicato in una nota diramata oggi che: "A partire da domani riprende in tutta Italia l'attività di competenza della Lega nazionale dilettanti, del Settore per l'Attività giovanile e scolastica, del Calcio a cinque e del Calcio femminile

                                        www.nostalgia.it  Lino Marmorato