Stampa
09
Feb
2007

RITORNA IL CAMPIONATO. LE AVVERSARIE DELLE SQUADRE LIGURI.

Pin It

E’ bello parlare di calcio giocato, dopo l’ennesima settimana, sotto tutti i punti di vista.
Difficile raccontarvi oggi come giocheranno le avversarie di Samp  Genoa e Spezia in singoli servizi.Il calciomercato chiuso il 31 gennaio ha portato modifiche alle squadre
Ascoli Rimini e Bologna ve le raccontiamo  in base a giudizi di calciomercato, tutte tre assieme.
L’Ascoli, Sonetti ha fatto la rivoluzione per cercare la salvezza in una stagione ad alto rischio.
Ha ingaggiato tutti giocatori in cerca di rilancio con interventi sostanziali a centrocampo, con Di Biagio ,Bonanni ex Samp e Soncin in attacco.

La perla scoperta nelle ultime giornate di campionato  è  Paolucci, bomber della primavera della Juve, promesso al Genoa se i Marchigiani non riscatteranno il 50% nell’affare Criscito.
In uscita i 4 undicesimi della formazione titolare Capitan Cudini, Pecorari , Lukovic e Pecchia.
L’unico dubbio sulla campagna acquisti dell’Ascoli è la difesa, operazioni di facciata solo con l’innesto di Lombardi, esterno sinistro tignoso e di esperienza.
Il Rimini : Il Campanello d’inizio d’anno 1 punto in tre partite, non ha preoccupato la società romagnola.
Hanno trovato o meglio dire cercato solamente l’alternativa a Barrusso infortunato, rimpiazzandolo con Cardinale, in arrivo da Crotone, centrale di centrocampo che gioca davanti alla difesa.
I dubbi sulla squadra di Acori sono molti specialmente in difesa e da risolvere molti i dubbi sulle scelte in attacco.
Nessuna cessione, contro il Genoa  mancherà Milone squalificato centrale difensivo.
Da risolvere anche la controversia tra Ricchiuti e la tifoseria, che non ha gradito l’esternazioni sui quotidiani,fatte dal Capitano sulle minacce ed incontri avuti con i capi ultras romagnoli. 
Il Bologna di scena al Picco, ha scelto il profilo delle altre grandi escludendo  il Genoa, quello di non modificare un organico che fino ad oggi si è dimostrato competitivo.

Serviva solo un rinforzo ,  Ulivieri il decano degli allenatori è stato accontentato con Danelvicius, bomber dal Livorno. Un po’ poco , vista la carta d’identità dei petroniani in questa serie B  difficile e lunga.
Il nodo di Ulivieri sarà Marazzina rimasto a malincuore,motivato può essere una carta importante, al contrario una bomba nello spogliatoio felsineo. L’arrivo del lituano e lo spostamento di Marazzina in panchina  lasciano molti dubbi.
Insomma il Bologna ha un’attacco sempre più forte  intorno a Bellucci, , ma le priorità potevano essere altre, soprattutto in  difesa.

                              www.nostalgia.it       Lino Marmorato