Stampa
21
Gen
2008

SAMPDORIA. ALL'OLIMPICO CONTRO LA JUVE UN PAREGGIO CHE VALE UNA VITTORIA

Pin It

Primo pareggio della stagione in trasferta, anzi dallo scorso campionato esattamente  dal 1 aprile 2007.
La Samp del 2008 è cambiata :  sembra aver maturato la consapevolezza che con la cattiveria e la convinzione si possa raggiungere un risultato positivo anche in trasferta. Partita brutta ma non per demerito dei blucerchiati. Mazzarri ha fatto la sua gara preparando bene la trappola a Ranieri infoltendo il centrocampo e utilizzando per le ripartenze Maggio e Pieri  apparsi infaticabili.
La Juve ha confermato che senza un gioco non si può vincere sempre e solo con  le individualità. Tanto cuore tanta grinta ma poche idee e fantasia della Vecchia Signora. A  fine gara Ranieri è stato costretto  a dire che il  “bluff” di tentare di vincere il campionato è stato smascherato, con gli ultimi  due pareggi di Catania e con il  Doria.

Funziona la fase di gioco arretrata  blucerchiata e Mazzarri sembra aver trovato il centrale che cercava  al calciomercato, il regista della fase difensiva: Gastaldello, abile ,come nella gara precedente  contro il Palermo a tenere alta la difesa blucerchiata. Campagnaro si conferma anche contro Trezeguet. Il centrocampo a 5 schierato da Mazzarri funziona e Palombo si è eletto leader,grazie alla sua personalità,  innalzando un muro a centrocampo.

Juventus  Samp è stato un brutto film  per l’assenza di registi. Uscito Sammarco per infortunio tutti si aspettavano l’ingresso di Volpi, ma il capitano blucerchiato è rimasto in panchina  facendo posto a Del Vecchio, giocando solamente gli ultimi 15’ della gara sostituendo Bonazzoli. Questa potrebbe l’unica spina della Samp contro la Juventus. Anzi un’altra con Cassano in campo ci poteva scappare lo scherzetto alla Vecchia Signora. Il pareggio con la Juve, vale dopo due vittorie consecutive e in molti sperano che la parola continuità si possa nominare a Bogliasco.
Adesso arriva la Roma in Coppa Italia Mercoledì prossimo, avviso ai naviganti Cassano è da gestire. Cassano utilizzato solamente ai fini dello spettacolo non serve alla Samp. Contro il Cagliari mercoledì scorso in Coppa Italia e contro quel Cagliari, vista la giornata di pioggia, con il campo in quelle condizioni ,   è stato uno sfizio che si poteva evitare.

La Juventus si lamenta dell’arbitro Saccani.Il mantovano ha diretto bene senza nessuna sudditanza,coadiuvato bene dai suoi collaboratori: il  pallone sulla linea salvato da Accardi  non è entrato neanche dopo che lo hanno vivisezionato con il microscopio,  dei tre rigori richiesti un piccolo dubbio solamente su uno: quello sempre  di Accardi  su Trezeguet, al 30’ del secondo tempo.

                                                                 Lino Marmorato