Stampa
14
Feb
2010

SAMPDORIA BALLA AL FERRARIS, CASSANO CANTA A SANREMO

Pin It

Samp Fiorentina 2 a 0. Del neri non è stonato , la sua  capacità di lettura della partita cambiando i giocatori il risultato non cambia lo porta alla quarta vittoria consecutiva ed al 4° posto in classifica.
Primo tempo spettacolare della squadra blucerchiata, indipendente dagli incidenti dei giocatori viola Gamberini e Santana usciti per infortunio nei primi 15’ di giuoco;  il ritmo e il passo della Doria avrebbero fatto la differenza con qualsiasi squadra viola in campo.
La miglior Samp della gestione del Neri : personalità, voglia di vincere, autostima.
L’arma in più della Samp contro la Fiorentina la bravura ad allargare il giuoco e cercare i cross.
La Fiorentina è in bilico ,tutto in cinque giorni tra  Campionato e Champions .
4  sconfitte in 5 partite l’allontanano i gigliati   dall’Europa per il prossimo anno,e  Mercoledì prossimo  non faranno   una passeggiata con il Bayern di Ribery  e Robben, e potrebbe andare incontro alla Ceneri viola di questa stagione calcistica.
Gli errori del calcio mercato invernale  dei Della Valle e  di Pantaleo Corvino sono subiti emersi in queste prime partite del girone di ritorno. Non  si vende una bandiera come Dainelli per fare spazio a Felipe, ed invece di pensare al futuro con l’ingaggio di giovani acerbi in attacco occorreva una seconda punta da affiancare a Gilardino.
 Però, attenzione giudicare la Viola   troppo negativamente e in fretta  per la gara di Marassi,  potrebbe essere un’ errore: troppo forte la Samp.
In molti aspettavano la squadra di Del Neri al varco contro la Fiorentina, in molti pensavano che la Samp avrebbe ripetuto il girone d’andata quando reduce dalle tre vittorie in campionato si fermo a Firenze.
La Samp di Del Neri dall’inizio del girone di ritorno ha ritrovato la condizione psico-fisica .
La Del Neri Band ha recuperato la brillantezza di inizio stagione, condizione indispensabile perché le squadre del tecnico di Aquileia rendano al meglio, portando il pressing a tutto campo, l’arma vincente del suo 4 4 2 .
Ma sarebbe riduttivo dire che la Samp ha vinto contro la Viola solamente per la condizione psico-fisica , perché l’uomo partita Pozzi è l’icona di questa Samp.
Pozzi ha regalato anche sprazzi di qualità con parecchio sacrificio anche in copertura.
Pazzini fa un gran goal da centravanti vero, gioca bene, ma spreca due gollonzi in contropiede nella ripresa. Bene Guberti e Semioli sulle corsie laterali senza dimenticarsi  del solito Palombo a centrocampo.
La chiave di violino di Del Neri , pardon a S. Remo ci và solamente Cassano,  allora del giuoco funziona bene e probabilmente a chi gli chiederà di giocare con le tre punte risponderà con un no, non stonato a ragione,  visto come gioca la sua Samp in corsa per la Champions.