Stampa
26
Feb
2007

SAMPDORIA BEFFATA A SAN SIRO: HA RAGIONE NOVELLINO

Pin It

Ha ragione Novellino appena gli hanno messo sotto il naso il microfono ha detto:
“meglio nascere fortunati che ricchi”.
Nella gara equilibrata in tutto per tutto tra Milan e Samp, ci ha messo la testa il Diavolo rossonero Ambrosini, al 45’ del secondo tempo su scivolata di Zenoni.
La Samp ha fatto la gara ,  padronanza delle corsie laterali, ritrovato il  4 4 2 di Novellino che occupa bene tutti gli spazi, linea stretta e compatta tra i reparti , ripartenze veloci con palloni alti per la torre Bonazzoli o Bazzani o rasoterra in profondità per Quagliarella.
Monzon vista  le difficoltà del Milan nel difendersi centralmente con  Simic e Bonera , sempre uno contro uno contro gli avanti blucerchiati ha cambiato il modulo con un 4 3 1 1 al 20 del secondo tempo , dentro Parola fuori Ziegler, lo svizzero  ha confermato gamba,cross e intelligenza tattica.
Ayroldi il d.d.g. è stato bravo nel   S.Siro riaperto a tutto il  pubblico, ha indovinato quasi tutto, ma sul doppio giallo ad Olivera, c’è da guardare bene l’azione. Più che il tocco di Olivera a Kakà, è stato il pressing  della panchina del Milan, dopo la sacrosanta espulsione di Oddo da ultimo uomo, a riportare la gara in parità numerica. Però il suo  primo giallo non è da Serie A, giocare senza parastinchi è ammonizione.
Si aspettava il Fenomeno, tutti parleranno di gabbia nei confronti di Ronaldo,  segnalerei  la prestazione di Falcone che quando sta bene non ha paura di nessuno, ma in particolare la personalità e il  carattere di Accardi, arrivato a Genova come esterno sinistro, ma trasformato da Novellino in centrale con futuro assicurato.A  Novellino quello che è di Novellino.
Un solo appunto alla truppa blucerchiata, averci creduto poco in 11 contro 10, Zenoni e Maggio limitati nelle corse sulle corsie laterali nei  30 minuti di superiorità, ma guardando attentamente la gara, podarsi che la spinta degli esterni blucerchiati sia stata limitata dall’abilità  dei rossoneri maestri  nel fallo tattico.
Peccato che dopo la prestazione di S:Siro la Samp sia rimasta a trenta punti in classifica, passando dalla parte destra della classifica, ma già mercoledì avrà la possibilità  di scavalcare  qualche squadra, compresa l’Atalanta sua avversaria a 31 punti in classifica.  

IN COLLABORAZIONE CON RADIO NOSTALGIA 

 Lino Marmorato