Stampa
22
Feb
2012

Sampdoria. Dimenticare Torino

Pin It

 altPer molti la partita contro il Torino doveva essere la svolta per la definitiva rincorsa blucerchiata ai play off. La sconfitta,non gradita da nessuno, è stata digerita a Bogliasco, consapevoli che gli 8 punti che mancano alla zona play off non

sono irraggiungibili sela Samp giocherà le restanti partite con le stesse modalità che ha messoo in campo con Grossetto , Albinoleffe e Torino, considerato che i granata hanno dimostrato di essere più squadra dal punto di vista tecnico tattico. I conti la Samp dovrà farli partita dopo partita, aspettando anche i risultati dagli altri campi . Importante che tutti al Mugnanini siano consapevoli che dovranno fare i doppi dei punti rispetto alle altre squadre che attualmente li precedono in classifica.

Il tris di partite dopo la sosta con Verona , Empoli in casa e Sassuolo fuori , tutto in sette giorni, saranno il test definitivo per capire se la Doria riuscirà a sprintare verso i play off, mancando solamente 12 gare al termine della stagione. I soliti termini mancanza di continuità di risultati lasceranno il tempo che trovano. La Samp per raggiungere l’obiettivo minimo stagionale dovrà fare 36/38 punti in 18 partite. L’unica amarezza dai90’minuti di Torino che la qualità blucerchiata nei suoi uomini di punta , Foggia, Bertani, Pozzi ,solo un lampo di Juan Antonio, sia ancor una volta rimasta negli spogliatoi. Iachini è consapevole che in serie B non si può continuare a vincere con un colpo a partita, ma occorrerà anche arrivare al risultato attraverso un giuoco. Per tale motivo in questa settimana di sosta cercherà di ritrovare tutti gli acciaccati, uno su tutti Eder. Per il russh finale bisognerà fare giostrare tutta la rosa a disposizione. Contro il Verona sarà assente Obiang per squalifica. Curiosità a chi il tecnico darà le chiavi del centrocampo o se cambierà modulo tattico? ( lino marmorato)