Stampa
18
Gen
2010

SAMPDORIA CATANIA 1 - 1 LA SAMP NON SA PIU' VINCERE

Pin It

La vittoria manca dal 22 novembre  contro il Chievo è l’autore del gol fu Pazzini.
Contro il Catania il Catania il Pazzo è stato bravo a procurarsi ed a realizzare il rigore del pareggio , ma il suo gol non ha lasciato il segno  nelle caselle delle vittorie blucerchiate.
Del Neri 3 punti nelle ultime 7   partite,  ha smarrito la bacchetta magica del buon gioco delle prime giornate di campionato e in due mesi non è stato bravo a trovare un ‘equilibrio al sistema di giuoco blucerchiato.
Allarma la pochezza di idee della squadra blucerchiata anche tra le mura amiche .
Cambia gli esterni anche con il Catania ma il 4 4 2 non funziona, se non viene azionato  da Peter Pan.
Termina con un pari contro la Sampdoria la maratona genovese della squadra di Mihajlovic. Dopo la sconfitta in campionato di domenica scorsa contro il Genoa e la rivincita in coppa Italia contro i grifoni, il Catania ha affrontato la terza sfida in sette giorni in quel di Marassi, raccogliendo un punto prezioso in chiave salvezza.
La foto della partita: La Samp comincia a testa bassa e sembra quella dei giorni migliori ma il Catania regge l'onda d'urto e prima del quarto d'ora passa con una splendida pennellata su punizione dell'argentino Llama.
A quel punto la Samp si disunisce e tutto diventa facile per il Catania, arroccato a difendere il vantaggio e sempre velenoso in contropiede.
L'ingenua quanto evidente trattenuta di Silvestre su Pazzini ha consentito al centravanti di trovare un pareggio che appariva davvero lontano per la prima parte della gara.
Nel secondo tempo  il  gioco non trae benefici dai cambi e le occasioni non  arrivano . Una delle migliori capita al Catania, con Martinez che s'invola verso Storari e inciampa sul pallone prima di concludere. Palombo e compagni  si svegliano negli ultimi minuti con  una rovesciata di Pazzini e un colpo di testa a lato di Rossi. Davvero troppo poco per una squadra che doveva portare in classifica tre punti importanti.
Cassano  contro gli etnei meno volenteroso, meno vivace e molto nervoso,
dà l’impressione di aver smarrito  l’entusiasmo e la  voglia di caricarsi la squadra sulle spalle.
Pazzini il gol lo rigenera, ma troppo  pochi sono i palloni giocabili arrivati dagli esterni e dal centrocampo della Doria per poter incidere .
Palombo si conferma il migliore della Doria e il leader della squadra parlando a fine gara a Sky sotto i fischi del pubblico blucerchiato dicendo: «Non riusciamo più a vincere, dobbiamo guardare dentro noi stessi: non è possibile cominciare bene l’anno e diventare tutti non so nemmeno io dire come dire. Non siamo più squadra. Dobbiamo stare zitti, metterci la lingua dove sappiamo noi e lavorare. Le voci di mercato possono anche disturbare ma siamo professionisti e se ci facessimo condizionare non potremmo giocare a calcio».
Parole di Capitano che confermano che la Samp non sta vivendo un buon momento e per uscirne occorre una scossa al Mugnaini.

 

Limo Marmorato