Stampa
01
Giu
2007

SAMPDORIA: CIAO MONZON ARRIVA MAZZARI

Pin It

Marotta dopo il pareggio di Savona con una mini Samp svolta pagina “Siamo pronti e faremo l’Intertoto,Ci sarà una nuova rosa con molte facce diverse, un nuovo allenatore”. Mazzarri, oggi l’annuncio, Marotta non conferma, ma con un silenzio assenso tranquillizza e annuncia tutti i dettagli in queste ore al massimo Lunedì.

Marotta non lascerà solo Francesco Flachi dice”un sampdoriano e un sampdoriano non può  mai essere lasciato solo dalla società”.E’ dispiaciuto per l’uomo, la Samp deciderà con calma c’è molto tempo  con tutti i ricorsi di rito, ma la Samp farà valutazioni a 360°.

Marotta non dimentica i 5 anni di Novellino, lo ringrazia e gli augura fortune altrove. Marotta avrà fatto tesoro degli errori commessi negli ultimi anni.  Novellino avrà avuto difetti, ma il suo modo di essere meticoloso,istintivo,sanguigno ha salvato molte volte la Samp dal pericolo retrocessione negli ultimi due campionati, trovandosi a fare il Fregoli della situazione , fare di necessità e virtù.

Se la Samp ultimamente si è trovata priva di ambizioni, sogni,risultati tutte le colpe non sono di Novellino,tanta  sfortuna avere  a disposizione ad inizio Stagione Flachi Bonazzoli Bazzani Vieri e Foti davanti e segnare solamente 17 gol tra tutti e da tenerne conto, anche se già a Moena  sani e pronti subito erano solamente tre Quagliarella che veniva dalla sterilità di Ascoli e degli altri campionati una scommessa venuta bene, Flachi e Foti. .Vieri Bazzani e Bonazzoli per un motivo e per l’altro una scommessa.
 

                                                www.gruppozena.com

L’errore di Novellino troppo aziendalista  e nei piani industriali della proprietà fino a dicembre,dopo neanche convinto.L’errrore di Novellino accettare Zivanovic e Gheddafi come tesserati a Gennaio,l’errore della Samp società aver accettato passivamente il campionato di Olivera che doveva essere il giocatore in più della Samp.L’errore della Samp lascerà sempre solo Novellino a metterci la faccia da solo.

Si cambia ha ragione l’Amministratore Delegato la speranza che non cambi solo lo staff tecnico e i giocatori,la volontà di Marotta,  Asmini è grande.  Adesso tocca alla proprietà a cercare lo sviluppo della squadra in tutti i campi, ma in particolare investendo nel calcio  senza una calcio migliore una samp migliore diminuirà la voglia di consumarlo, cioè di acquistarlo, questo è il più grande pericolo per tutti gli imprenditori.   

                                                 Lino Marmorato