Stampa
21
Ott
2011

Sampdoria Cittadella

Pin It

altA porte chiuse, sotto lo sguardo di Riccardo Garrone Atzori ha preparato la partita con il Cittadella. Solo Pozzi dovrebbe dare forfait e neanche convocato. Palombo anche se non recupera al meglio dal male alla caviglia scenderà in

 campo contro il Cittadella e qualcuno si interroga se una squadra attrezzata per salire in A non abbia il sostituto del Capitano e darle la possibilità di guarire definitivamente. Unico dubbio di formazione il compagno di Gastaldello centrale difensivo il favorito è Accardi su Volta. Foggia e Semioli sulle corsie esterne ed Obiang dovrebbe riprendersi il posto di titolare delle prime giornate di campionato, con alle spalle Padalino e Castellini. In avanti Piovaccari in campo dal primo minuto anche al Ferraris e non si farà prendere da malinconie da ex, con Bertani. Ultimissime da Cittadella: i granata vista l’abbondante pioggia caduta sul Veneto si sono allenati sul sintetico. Rientrati in gruppo Di Nardo e Pellizzer.Unico calciatore in infermeria De Vito. Foscarini intenzionato a riproporre la squadra che ha battuto il Grosseto. Sampdoria Cittadella diretta Gennaro Palazzino di Ciampino alla terza gara in serie B. Cittadella:

Il Cittadella ha vinto l’ ultima in campionato con il Grosseto per 2 a 0 : troppo Cittadella e un Grosseto mai in partita. I toscani devono ringraziare il portiere se non è stata una goleada ed anche Maah , attacante dei veneti, incontenibile nel puntare la porta , con due ferri da stiro al posto dei piedi. Il francese si è mangiato almeno altri 3 gol oltre quello realizzato. Il colored è croce e delizia del Cittadella, uno che sbaglia tanto ma difficilmente potrà essere tolto essendo l’unico giocatore che riesce a dare imprevedibilità ai granata. Maah in coppia con Di Nardo, tornato al gol al debutto dal primo minuto , l’ultimo gol l’aveva realizzato con la maglia del Padova alla fine dello scorso campionato, possono fare male a qualsiasi difesa.. Con il Grosseto i granata hanno dominato con il contropiede micidiale nel primo ma in vantaggio di due gol, dando un po’ troppo spago ai toscani hanno anche sofferto.

Il Cittadella gioca con il 4 3 3 , modulo sulla carta perché tanti attaccano e in molti difendono. Contro il Grosseto ha debuttato un calciatore del vivaio di 18 anni: Massimiliano Busellato una promessa, un torello davanti alla difesa e si sono confermati Bellazzini e Vitofrancesco protagonisti di questa prima parte di campionato. Bellazzini è un uomo assist e giocatore di qualità, Vitofrancesco si sta rigenerando nella nuova versione di centrocampista dopo aver operato nelle categorie inferiori da seconda punta. Vitofrancesco è l’ultima invenzione del tecnico Foscarini, uno a cui il Cittadella dovrebbe erigere un monumento per la sua capacità di far diventare quasi dei mostri dei giocatori che in qualsiasi squadra sarebbero normali

. Con 13 i punti in classifica , come il numero portafortuna di Di Nardo, il Cittadella si garantisce un tranquillo presente ma anche il futuro in questo campionato. L’impennata dei granatieri veneti è arrivata nell’ultimo mese, la soddisfazione quella di aver collezionato più del doppio dei punti dello scorso campionato ed avere alle spalle 10 squadre. L’obiettivo anche in questo campionato è la salvezza e di mettere in cassa nuovamente nel prossimo calciomercato estivo, il doppio di euro di quelli spesi. ( Lino Marmorato)