Stampa
11
Apr
2007

SAMPDORIA CONTRO UNA "ROMETTA"

Pin It

Alla Samp fino ad ieri con la salvezza matematica raggiunta pensavano a qualcosa di più  in questo  campionato, al di là di tutti i conti,per il rispetto di una tifoseria che non li ha mai abbandonati nei loro bilanci. Con la forza dei nervi distesi l’Europa può e poteva  arrivare e archiviare questo Torneo carico d’infortuni di squalifiche, soprattutto quelle di Flachi  positivamente.

La Sud era tornata a cantare, Bonazzoli in gol,la scoperta di giovani della primavera erano di buono auspicio. Ieri l’ennesima mazzata Bonazzoli ai legamenti mal ridotti del ginocchio sinistro e probabilmente il campionato è finito.
Il pallone passa nuovamente nelle mani di Monzon Novellino, in attacco dovrà inventarsi qualcosa per queste ultime partite, specialmente per quelle due ravvicinate di Roma ed Udine di domenica e mercoledì prossimo,passa l’ultimo tram.
Bazzani si vede non è al meglio,recuperare dalla sua doppia operazione non è facile,incomincia il caldo e non aver fatto la preparazione, per quasi due anni, è un handicapp.

Novellino potrebbe provare il gemello del Bazza, Romeo  oppure lanciare l’americano Ferrari.
Domenica non si troverà contro una rometta  ridimensionata dal  tonfo da record in manifestazioni euopee per squadre italiane, solo la Juve perse per 7 a 0 negli anni sessanta in Austria ,  ma al primo turno: Domenica vorranno difendere con i denti il secondo posto dall’assalto dei cugini della Lazio, senza pensare che hanno  ancora una finale di Coppa Italia da giocare.

I nervi, la stanchezza, la preoccupazione di dover giocare Mercoledì con l’Inter a S. Siro nel recupero di campionato, l’ampiezza della rosa scarsa potrebbe giocare scherzi alla Spalletti band, provaci Samp.

                                    www.nostlgia.it    Lino Marmorato