Stampa
07
Set
2007

SAMPDORIA E GENOA ESPATRIANO IN SVIZZERA

Pin It
Sampdoria:
Test importante d’oltre alpe per provare gli infortunati di lusso, Accardi per i blucerchiati e Bovo e Coppola per i rossoblu.
Saranno le gare di Cassano e Figueroa al rientro dal primo minuto dopo le lunghe assenze da gare ufficiali.
Mazzarri riparte dal suo buon mese: Qualificazione in Europa ,risultati in campionato, ma dalla consapevolezza di aver consolidato il suo 3 4 2 1,un schema duttile ed elastico, come la mentalità del tecnico di S.Vincenzo.
Dice”che i giocatori blucerchiati quando hanno il pallone tra i piedi devono aver soluzioni diverse,senza dimenticarsi della fase difensiva e offensiva. Per Mazzarri che ha sistemato la difesa, che dall’attacco vuole la qualità al servizio della squadra,  l’unico problema aggiustare le corsie esterne senza fare giri di parole Zenoni Maggio Pieri, meno Ziegler, sulle corsie laterali sono terzini adattati a fare la corsia laterale per intero e soffrono, specialmente quando in campo c’è l’Airone, che probabilmente fino adesso non ha reso per mancanza di rifornimenti aerei dalle corsie laterali.
In svizzera Cassano dal primo minuto, c’è curiosità per vedere come sarà inserito nel modulo blucerchiato, considerato che il barese in passato non si è trovato a suo agio giocare con due attaccanti di ruolo.
Il Barese al centro delle cronache e delle scommesse, un suo gol a Napoli è quotato 4.oo, come contro il Genoa, con la Roma un gol di Antonio farebbe molti fortunati 150 volte la posta, un gol al “veleno”. Peccato l’ultimo incidente a Volpi,distorsione alla caviglia, in Svizzera Mazzarri tasterà le qualità di Sammarco.

Genoa:
Il grifone nelle prime due giornate ha faticato per altri motivi, ma anche per le  sue individualità rimaste al buio. Il gioco si  è visto, sono mancati i gol.
Gasperini sa benissimo che il Genoa deve sopperire al disavanzo tecnico con il gioco collettivo.
Il Genoa del Gaspe non appartiene alle  squadre “difendiamoci in mucchio e attacchiamo in pochi”, non fa parte della sua filosofia di gioco, l’orchestra del grifone funziona quando funziona il pressing offensivo.
Per fare tutto questo ha bisogno del miglior Coppola, ma anche di  Fabiano e Rossi,quest’ultimo non al meglio è partito dalla  panchina, ma tra lui e Konko ci sono differenze tattiche e di qualità che in Serie A fanno la differenza. Il pressing offensivo lo dovranno assimilare ed imparare  alla svelta anche Di Vaio e soprattutto Papa Waigo, color che non devono far partire il gioco degli avversari dalla propria area, come fece Gasparetto.
Figueroa, in allenamento ha recuperato tutti i suoi numeri che lo hanno portato alla ribalta della Nazionale argentina .Il delantero si da del “Tu” con il pallone, adesso e questione di tempo, di gamba e anche di fortuna, non solo sua ma  anche del Genoa  che se potrà contare sulle  sue prestazioni avrà  altri orizzonti davanti.

IN COLLABORAZIONE CON RADIO NOSTALGIA

Lino Marmorato