Stampa
18
Ott
2010

SAMPDORIA FIORENTINA 2 A 1

Pin It

Samp Fiorentina 2 a 1 . La Samp torna al successo dopo un mese e mezzo . L’ultima vittoria è datata 29 agosto , prima giornata di campionato. Ziegler e Cassano ribaltano nel giro di due minuti una partita ferma a lungo sullo 0-1 siglato in avvio da Marchionni.  La Fiorentina decimata dalle assenze  una squadra rattoppata e in agonia, con un centrocampo tutto


reinventato per l'occasione, quasi casuale per l'indisponibilità di gran parte della rosa ha tenuto il risultato in bilico fino all’ ottantesimo minuto   di giuoco, ma alla fine si trova ultima in classifica. La  Fiorentina inedita  ha stupito in avvio, giocando con rabbia e aggressività, letteralmente trascinata da un Vargas  straripante: uscito lui la Fiorentina è diventata viola .
La Samp brava arrivare al risultato finale  attraverso  il giuoco con la presa delle corsie laterali nel secondo tempo .  Tutto ciò è riuscito grazie  alla crescita alla distanza di Palombo,  il migliore in campo. Cresciuto il Capitano,  la Samp   ha  trovato gli  spazi per affondare centralmente, dove alla distanza  è emersa  la difficoltà di Santana di fare il mediano. Altra mossa vincente di Di Carlo la sostituzione di Semioli , in costante difficoltà contro avversari che utilizzavano la velocità,  con Komam. L’ungherese ha dato brio alla manovra blucerchiata e la sua entrata ha schiacciato la Fiorentina nella propria trequarti. Questa manovra di Di Carlo ha isolato Gilardino in attacco  e portato via tra le linee blucerchiate il giovane Ljajic che aveva creato  grattacapi in precedenza,  dovendosi abbassare per contrastare il centrocampo blucerchiato.
Sono stati poche ma belle le parate  del portiere Frey   a tenere a galla la Fiorentina: un volo spettacolare su un colpo di testa di Pazzini, poi un'uscita  da mago su Cassano, che cercava di scavalcarlo con un pallonetto.
La vittoria della Samp è importante, ma Di Carlo dovrà cercare di capire che perché  la Samp avendo preso campo poche volte ha trovato la porta di Frey e solamente una punizione magistrale di Ziegler ha riportato la squadra blucerchiata in pareggio.
Cassano non ha giocato una buona partita ma basta raccontare il suo gol al 82’ per essere soddisfatti di aver pagato il biglietto: Fantantonio mette a sedere Gamberini al limite dell’area di rigore,rientra sul destro bevendosi Comotto e spiazza Frey in uscita. Pazzini più impegnato a lottare con Natali non è riuscito a sbloccarsi in zona goal . Bene Gstaldello, meno Lucchini sostituito con mestiere  da Accardi.
Un  Tapiro se lo merita  chi ha imposto due steward a guardia della panchina del serbo Mihajilovic. 
 
 
 ( Lino Marmorato)