Stampa
09
Apr
2010

SAMPDORIA GENOA 102ESIMO DERBY DELLA LANTERNA

Pin It

Bogliasco:  Del Neri tecnico navigato non  la pensa come  Totò in previsione del prossimo derby: “Devo  andare a un funerale di un morto”, visti i 10calciatori  assenti attualmente  in casa rossoblu.
Il tecnico friulano in  conferenza stampa ha detto:   “Ogni partita ha una storia a sé , il derby  ha una doppia faccia, è quasi una finale particolare. Probabilmente l'unica da qui alla fine tra quelle che dobbiamo giocare".
Invece ai margini  della riunione della Lega calcio  Garrone ha puntualizzato:” Senza errori arbitrali, saremmo già in Champions: ci mancano almeno cinque punti in classifica”.
Dal campo blucerchiato nessuna novità contro il Genoa confermata la formazione che ha portato la Samp al quarto in classifica e senza neanche il solito ballottaggio capitato nelle   gare precedenti tra Mannini e Guberti.

A Pegli invece  Gasperini e il suo staff la pensano come Totò: “Anche la groviera ha i buchi, e non si lamenta”.
48 ore per decidere la formazione rossoblu che dovrà  affrontare la Samp.
La squadra dei sani è pronta con Scarpi in porta, Sokratis, Bocchetti, Moretti in difesa, Mesto Zapater, Milanetto ,Criscito a centrocampo , Palacio Sculli Palladino.
Ma in queste  48 ore che mancano all’inizio della stracittadina Gasperini pensa a qualche  novità: recupero di Capitan Rossi ancora oggi dolorante, innesti di Dainelli o Acquafresca , uno dei due anche dall’inizio partita  e l’ultima soluzione anormale sulla carta per molti lanciare subito in campo Boakie.
Gasperini è convinto che anche il Grifogruviera per via degli infortuni abbia opportunità tecniche e tattiche per giocarsi il 102mo derby della Lanterna.