Stampa
19
Apr
2011

SAMPDORIA IN RITIRO A CERCARE GOL E VITTORIA

Pin It

Ripresa senza contestazioni a Bogliasco in clima indifferente con una buona notizia Lucchini è tornato in gruppo. Solo Semioli non andrà in ritiro oggi pomeriggio alla Borghesiana a Roma.Samp e Bari senza nessun provvedimento disciplinare del Giudice sportivo. Alla Samp rimangono 450’ più recuperi per non retrocedere.
La caduta libera iniziata a gennaio con la partenza di Cassano e Pazzini  dall’inizio  della partita contro il  Bari non dovranno essere più un’ alibi per nessuno: 22 punti in meno lo scorso anno non possono avere  scuse, anche se  la settimana di Pasqua la Samp la passerà virtualmente in B con il rigore e l’assist  gol di Cassano di  sabato scorso , annunciati come segno del destino per il Patron Garrone.
Cavasin meglio tacere che fare proclami: “bisogna vincere 3 partite su cinque”. 
Non perché il tecnico  non deve fare tabelle,  ma perché  al  primo falso passo farebbe fare alla Doria un salto nel buio definitivo. Meglio giocare partita dopo partita .
Mentre la Samp scivola inizia il tempo delle altre pericolanti:  il  Parma  batte l’Inter, il Cesena  vince, sudando,  con il Bari ,il Lecce pareggia all’ ultimo secondo con il Cagliari e soprattutto la sconfitta del Napoli contro l’Udinese, rilanciano anche il Brescia prossimo avversario del Diavolo spuntato e con la fatica della semifinale di Coppa Italia contro il Palermo nelle gambe.
Le vittorie o pareggi delle altre squadre nella zona calda della classifica hanno un comune denominatore: grinta, corsa, squadre d’attacco e voglia di fare un gol in più degli avversari, mancante fino a domenica scorsa agli uomini di Cavasin.
La Samp cerca punti come il pane e l’acqua e Cavasin, contro il Bari non dovrà ripetere  la  sua scontata tattica:   la chiusura sistematica di tutti gli  spazi agli avversari con la speranza che arrivi qualche pallone giocabile in attacco,  non serve e non paga più. Un centrocampo a cinque calciatori che difende solamente,  anche.
Cavasin viene confermato dallo  spogliatoio, la speranza che lo consulti, facendo una specie di autogestione preventiva della tattica e della formazione ed un  governo della partita in corso , visti in cambi effettuati a S. Siro in svantaggio per 2 a 0.
Importante per tutti  per la partita contro i Galletti baresi  non sperare nello Spirito Santo…per andare in gol.
Il Cesena ha salvato la pelle contro il Bari grazie a due grandi parate di nonno
Antonioli.  I pugliesi non hanno mollato un’ attimo la presa ed hanno corso per tutti i 94’ di  giuoco: doriani avvisati doriani salvati…
Tutte queste considerazioni  non devono far passare in cavalleria l’incubo patito  dal pullmann blucerchiato preso a sassate: non può essere omologato  con lo sport, il calcio, la passione e i risultati della Samp,  anche se le  prossime due partite  con Bari e Brescia saranno da spavento. ( LINO MARMORATO)