Stampa
17
Nov
2008

SAMPDORIA LECCE 3-0 GOL DA FAVOLA DI CASSANO

Pin It

Samp Lecce 3 a 2. Terza vittoria consecutiva della Samp al Ferraris. 13 punti in classifica  di cui 12 conquistati a Marassi.  Partita facile nel primo tempo, dove in campo c’era solamente la Samp ed un  Lecce disciplinato, ordinato che sfoderava grinta solo negli interventi fallosi, senza creare mai problemi a Castellazzi. Secondo tempo d’altro spessore dei salentini, che oltre far realizzare una doppietta al suo “Tir”  Tiribocchi, grazie ad  alcuni cambi azzeccati di Mister  Berretta sotto di due a zero ha messo a repentaglio  la vittoria di Mazzarri . E’ giusto che la vittoria la festeggino i blucerchiati grazie al loro gioco pragmatico e concreto.
Il primo tempo di Samp Lecce dice: una sola squadra in campo,  ma un giocatore su tutti:  Antonio Cassano.
Il talento barese ha festeggiato le sue 200 gare in serie A partendo da Lecce (la sua prima partita)   , contro il Lecce con un bellissimo gol, ma non solo:  Cassano  ha sfoderato tutto il suo repertorio,   oltre alla rete,  con giocate bellissime ed utili a tutta la squadra, e qualcuna sprecata dai suoi compagni.
Con il suo gol da favola Antonio Cassano ha risposto a coloro che lo avevano chiacchierato per le anticipazioni sulla sua autobiografia: Cassano la penna, il pennello e  i pennini li ha tra  i piedi .
Samp Lecce,alla luce dei fatti, però  non è stata una partita semplice  per Cassano e compagnia. Merito del Lecce in partita fino alla fine in una gara già finita  al 15’ del primo tempo, ma anche colpa e demerito della Samp  che nel secondo tempo ha tirato i remi in barca, abbassando subito  i ritmi di gioco,  dando la possibilità agli uomini di Berretta, pentito della formazione del primo tempo, di riorganizzarsi con il nuovo modulo tattico della difesa a tre e con  Caserta dietro alle punte, tattica casalinga dei salentini.
Ci ha pensato Stankevicius  con la sua “palombella” dal limite dell’area,   di piede,  non da rimessa laterale,  la sua specialità,  a far tornare il sorriso ai tifosi blucerchiati,  che non potevano pensare di assistere ad un’altra frittata blucerchiata  con un Cassano cosi “monstre”.
Cassano batte Lecce 3 a 1 saranno i titoli del giorno dopo , non si arrabbi Mazzarri, quando si ha in squadra un simile fuoriclasse, qualsiasi tipo di schema e di tattica sono,  e diventano relativi.
L’operazione risalita  in casa blucerchiata è iniziata e visti i risultati della 12ma giornata e la classifica, con una gara in meno può riuscire.  Per  crescere totalmente ,   bisogna non piangersi più addosso fermandosi   alle decisioni sfavorevoli, alla sfiga,per analizzare le partite.  Le  carenze della squadra in fase di impostazione,ma il rientro di Palombo dovrebbe essere vicino, e di finalizzazione, non si devono ignorare o nasconderle.
Il calcio chi lo conosce sa benissimo che chi sbaglia paga,   anche se la Samp, fino adesso,,  ha pagato oltre il dovuto.