Stampa
27
Nov
2011

Sampdoria Modena 1 a 1 .

Pin It

altStesso copione di Bari Sampdoria per gli uomini di Iachini. Il tecnico prova ad esorcizzare il tabù blucerchiato del Ferraris, spostando la panchina verso la Gradinata Sud non riceve gli effetti sperati. Primo tempo di marca blucerchiata, con pali e traverse, in gol al 45’ con

 Bentivoglio. Assalti prolungati che bisognava finalizzare meglio, poche le parate del portiere Caglioni. Gol contestatissimo da parte dei giocatori delModena che invocano il pallone fuori per incidente di giuoco, fallo non fischiato di Costa appena entrato a sostituire Castellini infortunato , nei confronti di Greco. Rissa western a centrocampo con l’arbitro di Imperia e i suoi 3 collaboratori inermi nei confronti dei giocatori, ma pesanti nei confronti della panchina del Modena con l’allontanamento

dell’allenatore Cuttone e di Ferron, ex doriano, preparatore dei portieri emiliani. Speranza che in serie B non ci sia la prova televisiva per la “cravatta” non troppo amichevole di Romero all’allenatore avversario. Secondo tempo non al peperoncino dal punto di vista disciplinare, la sosta negli spogliatoi aveva fa fatto ricordare a tutti di essere dei professionisti. La Samp come ha Bari non ha saputo gestire il vantaggio e progressivamente con il passare dei minuti ha lasciato il pallino del giuoco agli emiliani, dimostrando che la condizione fisica non è ancora recuperata. I canarini ne hanno approfittato per alzare il baricentro ed impensierire Romero e al 36’ pareggiano con Ciarramitano con un gol di testa, dopo svarioni difensivi di Accardi .Sul gol qualche responsabilità anche per il portiere della nazionale argentina, colpevolmente in ritardo. Il 4 3 3 di Iachini migliora , gli attaccanti coprono di più e i due esterni fanno le due fasi di giuoco, specialmente Foggia uscito stremato. I centrocampisti e gli esterni bassi si inseriscono di più e la posizione di play maker piace a Palombo. Fuori Foggia dentro Rossini provato anche il 4 4 2 per il rush finale.

La Samp con la cura Iachini sta entrando anche nel clima della B e qualche volta hanno anche usato la sciabola per calciare il pallone in tribuna senza pensarci due volte. Altri 2 punti mancanti alla classifica blucerchiata che continueranno a far vedere il bicchiere mezzo vuoto al tecnico blucerchiato. Nella sua filosofia calcistica non è contemplato andare in vantaggio e non tenere il risultato. Per adesso dovrà accontentarsi dei progressi di partita in partita, gestire i risultati con la speranza di arrivare a qualche vittoria e dopo rifare la preparazione fisica durante la sosta natalizia. ( Lino Marmorato)