Stampa
18
Mar
2011

SAMPDORIA PARMA, VIETATO PERDERE

Pin It

 Sampdoria Parma. Samp  baciata  dalla  gioia dei bambini saliti ieri a Bogliasco. Cavasin preparara la gara contro il Parma con un’unica idea:”primo non prenderle”. La seconda nozione  giocare con il 3 5 2 o 3 5 1 1 ,  moduli  che per adesso non ha dato grandi risultati sotto le porte avversarie.
Palombo, Semioli, Pozzi e Lucchini ai box, Biabiany out per dolori intestinali le notizie dall’infermeria blucerchiata .
La difesa blucerchiata per lo spareggio è pronta, con Lucchini out  e il ritorno di Gastaldello: dentro Martinez e ballottaggio  tra Zauri e Volta.
A centrocampo in due per una  maglia  Koman o il giovane  Obiang, centrocampista di ruolo . L’altra alternativa  del tecnico doriano spostare Mannini a centrocampo ed inserire lo svizzero Padalino sulla corsia di destra, per sfruttare la sua freschezza dopo 3  mesi ,tra infortuni e scelte tecniche ai margini della squadra. In attacco Guberti con Maccarone.



Parma: il tecnico Marino aspetta la formazione della Samp e contro il modulo folto a centrocampo dei doriani ritorna al suo modulo preferito il 3 4 3  o meglio il 3 4 2 1  mettendo tra le linee blucerchiate Giovinco e Palladino con il recupero di Amauri prima punta ,possibile staffetta con Crespo, in aggiunta di Candreva un altro fantasista in una finta mediana schierata a 4 elementi. 
Modulo tattico, contrario a quello della Samp,  molto offensivo,  suggerito anche dalle assenze per squalifica di Lucarelli in difesa e Galoppa a centrocampo.
Dirige Valeri di Roma