Stampa
27
Set
2010

SAMPDORIA UDINESE 0 A 0

Pin It

Sampdoria Udinese 0 a 0 . I firuliani cancellano lo zero in classifica. Blucerchiati senza vittorie da un mese  ,  e dopo 10 mesi tornano a non segnare al Ferraris in campionato.
L’Udinese recrimina per il pareggio.Primo tempo di marca bianconera e nel  secondo tempo Di Natale non

trova la gioia  per un gol salvato da Zauri a porta vuota, ma la Samp ha provato a fare di più.
Brutto il risultato ad occhiali al Ferraris, Di Carlo schiera la formazione tipo,senza Ziegler , con Zauri spostato a sinistra  e  Cacciatore a destra nella  quattro difensiva.
Corregge tatticamente la Samp in corso di gara  spostando Guberti sull’out di sinistra giocando con il 4 4 2 , torma al trequartista  inserendo  Pedro con Marilungo e Pozzi ma il risultato non si sblocca.
Un piccolo errore di Di Carlo non essere riuscito a limitare Pinzi il trequartista finto friuliano bravo negli inserimenti e a creare superiorità a centrocampo  in fase difensiva per la sua squadra.
Bloccato Cassano da Isla  e dai raddoppi di Pinzi, no partita Samp  come a Cagliari. Fantantonio penalizzato anche dal terreno di giuoco.
Samp rimandata con Semioli che non azzecca mai un’accelerazione, Guberti che stranamente contro l’Udinese non interpreta bene il ruolo di trequartista alle spalle degli attaccanti  e con un Pazzini che ha smarrito di vedere e sentire la porta avversaria dopo il ritorno dalla parentesi azzurra di un mese fa.
Bene il solito Palombo che alla fine tuona: “Se vogliamo ambire a qualcosa di importante o comunque levarci qualche soddisfazione in più dobbiamo fare di più tutti quanti, specialmente al Ferraris”.
Dichiarazione gradita al tecnico Di Carlo che ha rincarato la dose dicendo :”Contro l’Udinese c’era da lottare “.
Guardando il cartellino del direttore di gara hanno ragione entrambi: neanche un’ ammonito tra le file dei blucerchiati
Unico pregio della Samp contro l’Udinese i centimetri in più della difesa  che hanno fermato Totò Di Natale e compagnia.
La Samp deve reagire subito , sono pochi 2 punti nelle ultime tre partite con Napoli, Cagliari e Udinese e la fatica continua: Giovedì al Ferraris il Debrecen e la domenica in campionato  andrà a far  visita al Bologna in Emilia:  gare da non sbagliare per rifiatare in tranquillità durante la sosta per la nazionale.   

                                                (Lino Marmorato)