Stampa
01
Dic
2010

SCIOPERO DEI CALCIATORI 11-12 DICEMBRE NON LO ACCETTIAMO!

Pin It
 Ogni sabato mattina ci svegliamo sapendo che da lì a poche ore inizierà il week-end straordinario di noi malati di calcio. C'è chi inizia a studiare la formazione del fantacalcio, c'è chi prepara la trasferta , c'è chi confeziona lo striscione per "Striscia lo striscione", insomma noi malati di calcio attendiamo 5 giorni durante la settimana per poter concentrare tutte le nostre aspettative e tutte le nostre speranze nel week-end segnato dagli orari di inzio delle partite di calcio.
Il sabato gli scommettitori sono intenti a studiare le partite dei campionati esteri e della serie B italiana aspettando la domenica per tuffarsi nel campionato Italiano di serie A che monopolizza di fatto
la domenica europea, avendo la speranza di poter dire "Ho vinto".
Ma l'11 ed il 12 dicembre, noi malati di calcio non possiamo in nessun modo trovare una giustificazione allo sciopero indetto dai calciatori, perchè è come se rimanessimo senza il nostro giocattolo preferito, è come se rimanessimo soli sperduti in una sconosciuta via di campagna, senza sapere cosa fare e dove andare.
Tutti a dire che staremo in famiglia e che andremo a fare un giro, ma vorrei ricordare a tutti che è il week-end degli acquisti di Natale, uno degli incubi peggiori che potevamo immaginare,
un sabato ed una domenica al gelo in giro per negozi super affollati, tutti i calciofili saranno al seguito delle rispettive mogli, fidanzate, madri e compagne, per tutto questo non potremmo mai perdonare i giocatori che ci condanneranno ad una delle peggiori punizioni: " Lo shopping natalizio".
 
(MC)