Stampa
14
Dic
2010

SEI GIORNI AL DERBY DELLA LANTERNA

Pin It

La ripresa oggi a Pegli , oltre a Sculli e Palacio assenti nel derby, non dovrebbero esserci sorprese dall’infermeria rossoblu. Nessun provvedimento disciplinare atteso dal Giudice sportivo.
Il Genoa negli scorsi derby appena passati aveva riacceso l’entusiasmo nell’intera città. Prima del ritorno in serie A del Vecchio Balordo sotto l’egida di Preziosi, la Samp era stata superiore ,ottenendo risultati importanti non solo rispetto alle stracittadine.


Le parole di ieri di Preziosi : “Questo campionato mi ha deluso non vedo l’ora che finisca”, hanno lasciato qualche rimpianto e mugugno tra la tifoseria. Le  parole sono state dette da tifoso in un momento di rabbia, subito dopo ha dichiarato .” Mercoledi sarò al Pio a caricare e guardare negli occhi giocatori e allenatore”. Il derby per il re dei giocattoli è un “Giorno Preziosi”.
La Samp, intesa come Società deve   far dimenticare il Lodo Cassano, e i giocatori blucerchiati nel 103° derby , hanno da  far scordare l’ennesimo viaggio a vuoto in Europa.
Il derby della Lanterna fino allo scorso anno era il più bello  d’Italia, per i suoi colori , i cori, i tifosi, per il rispetto tra le tifoserie tra di loro,  con famiglie rosso blucerchiate vicine sui gradoni(anzi poltroncine) dello Stadio  . Un’atmosfera fantastica, che in questa settimana che precede il 103° derby sembra non avvertirsi. Non  è colpa del Natale e delle Festività , ma delle assurde leggi che hanno tolto il Tifo da dentro gli Stadi. 
Domenica  sera la speranza è ,  che il Vecchio vetusto Ferraris rinnovi la sua diversità rispetto a tutti gli altri Stadi d’Italia sprigionando  l’atmosfera positiva che si respira durante le partite con tutti gli spettatoti di tutti i settori a fare tifo per tutta la partita.
Un solo rammarico ,vanno bene le bocche chiuse, ma le porte chiuse in toto lasciano dubbi. La carica dei tifosi a Pegli  nei derby passati, anche in carestia, è stata sempre un’arma vincente psicologicamente per i giocatori.


 
Samp: tra Lodo Cassano e Derby e trasferta in Ungheria per l’Europa League.
Lodo Cassano, la decisione entro giovedì del Collegio arbitrale. La sensazione dopo le parole pronunciate da Garrone: “ Se perdo a gennaio venderò Cassano, ma è una operazione difficile”, portano ad una pesante qualifica e multa per Fantantonio.
Di Carlo deve scegliere i giovanotti della Primavera per fare la gita calcistica con i tifosi che avevano acquistato i biglietti aerei in anticipo per  Budapest , per l’ultima inutile  partita di E.L contro il Debrecen di giovedi prossimo alle ore 21.o5.
Nessun attore del prossimo derby sarà convocato per la trasferta ungherese. Dall’infermeria blucerchiata buone notizie : Zauri e Padalino sono tornati in gruppo, qualche problema per Gastaldello, Cacciatore e Semioli. Di poco conto i dolori di Pozzi e Koman.
 
 
 (LINO MARMORATO)