Stampa
25
Set
2008

SIENA SAMPDORIA 0 A 0 . RISULTATO AD OCCHIALI "DA SOLE" QUANTO E' STATO BRUTTO

Pin It

Terzo pareggio per i blucerchiati su 12 punti, che non riescono a vincere in Campionato. Pochissime le azioni da gol da ambo le parti. Buon punto per il Siena…non tanto per la Samp. Squadre bloccate a centrocampo, l’impressione sbagliata che entrambe abbiano più pensato a non prenderle che a fare gol : la Samp voleva vincere ! Mazzarri per la prima volta in campionato ha giocato con 2 attaccanti: Bonazzoli e Cassano, ma i risultati non sono cambiati. Alla Samp manca il gol , ma in particolare la spinta sulle corsie laterali dove è insufficiente la spinta di Pieri o Ziegler sulla corsia di sinistra, ed anonima quella sulla corsia di destra dove Stankevicius alla quarta partita di campionato non è ancora entrato nei meccanismi dei blucerchiati.
La fotografia è al 33’ quando Cassano in contropiede invita il Lituano ad accentrarsi per ricevere il passaggio, e l’uomo di Kaunas invece di tagliare verso il centro si mantiene largo;  tutto ciò fa pensare che la sostituzione di  Maggio continua sempre più a pesare:  gara dopo gara è un’enigma. Senza esterni non serve neanche Bonazzoli mai servito dalle corsie laterali.

L’occasione più grossa per andare in gol alla Samp è capitata a Cassano a metà del secondo tempo, ma il Peter Pan si è dimostrato poco lucido davanti a Curci, calciando un pallone telefonato a 2 km all’ora ; un’altra fotografia della Samp in Toscana: la  Samp ha faticato a creare gioco, con la mossa anticipata di Kharja a fare pressione spegnendo sul nascere  le ripartenze di Palombo :unica mossa tattica  del trainer senese Giampaolo. Cassano costretto a rientrare troppo spesso a centrocampo a cercarsi palloni giocabili, tutto ciò a discapito del suo gioco in attacco, e se non girano Cassano e Palombo non gira la Samp.
Marotta e Mazzarri intonano sempre lo stesso motivetto:”La classifica ? non rende merito a quanto fatto vedere in queste prime giornate di campionato”.

Le attenuanti per la Società blucerchiata sono tante, l’infortunio di Bellucci in primis. Mazzarri le prova tutte a cambiare rotta, ma l’errore è stato durante la Campagna acquisti. Si sapeva dallo scorso campionato  che l’assenza di Bellucci si sarebbe sentita come una voragine, ma l’infortunio grave e l’età anagrafica di “BelloBello” era da mettere in preventivo. In estate Marotta ha cercato l’erede di Bellucci, individuando in Fornaroli il soggetto giusto, ma per adesso l’uruguaiano  ha fatto più panchina che gara. In attesa  di Bellucci è l’unica carta rimasta in mano a Mazzarri. Il tecnico livornese  dovrà puntare su Fornaroli per capire ,se almeno fine a gennaio, la Samp possa risolvere qualche problema sotto rete . Bonazzoli ci prova , ma probabilmente le due operazioni alle ginocchia non lo  riporteranno mai a essere brillante con continuità, anche questo era da mettere in preventivo.Non mi sono dimenticato degli altri infortuni in difesa(Campagnaro in primis) ma il trio Lucchini Accardi e Bottinelli,sono gli unici ad essersi distinti contro il Siena.
Sabato la Signora al Ferraris,sulla carta potrebbe essere più facile! C’è poco da perdere,anche se giocare ogni tre giorni  e l’emergenza sulle corsie laterali non sarà d’aiuto.