Stampa
19
Mag
2010

TITOLI DI CODA PER IL CAMPIONATO 2009/2010

Pin It

Inter Campione d’Italia. 4°  scudetto sul campo consecutivo, grazie allo Special Milito. Mourinho insegue il Grande Slam e dopo salutare la compagnia: missione compiuta ?
Roma fino all’ultimo ha spaventato la corazzata Inter. A quota zero dopo due giornate di campionato con Spalletti, ne conquista 48 nel girone di ritorno con Ranieri. Milan, terza va in Champions senza preliminari. Leonardo non ha fallito visto il  tributo  dei tifosi rossoneri. Berlusconi  come al Governo anche nel calcio   fa anche l’opposizione facendo “manovre”  calcistiche sulla pelle del Leorossonero.
Samp in Champions un sogno che neanche Del Neri e Marotta che salutano potranno cancellare.
Napoli anche se Mazzarri  è sempre pronto a lamentarsi di torti arbitrali  in Europa League,  spulci le partite giocate dal Ciuccio e ringrazi S.Gennaro.

Juventus, la Vecchia Signora più di là che di qua ! Aspetta l’ossigeno da Marotta e dal Del Neri. Il prossimo anno non indosserà il Vestito da sera , ma con il 4 4 2 di Del Neri potrà partecipare al Gran Ballo anche in tuta.
Parma ottava in classifica tra “culatello” e Lambrusco sogna i tempi “Tanziani”.
Genoa nono in classifica, - 17 punti rispetto lo scorso anno , 28 punti nel girone di andata con l’Europa League in giuoco, 23 nel ritorno : qualcosa è successo nell’infermeria rossoblu. Prima del calcio mercato è utile scoprire il perché !

Bari a zig zag arriva 10mo  in classifica, brinda con lo “Spumante Ventura” e i prestiti del Genoa.
In purgatorio :  la Fiorentina un viola pallido come ai tempi della B, con Prandelli il suo  tecnico  che vede Azzurro Italia; la Lazio più famoso il suo campionato per i processi dei calciatori che per i risultati .  Lotito ha un merito non potrà essere accusato da Mourinho di Zero Tituli, avendo vinto  la Super Coppa in Cina nel lontano Agosto.
Per il Catania record di punti in Serie A dopo la cura Mihajlovic; Chievo  non sorpresa   perché ormai normale   la salvezza del quartiere di Verona.

Cagliari 5 punti negli ultimi 2 mesi, conferma di essere troppo “Allegri” nei finali dei ultimi campionati.
Bologna attenzione è il secondo anno consecutivo che si salva sul filo di  lana: troppo”menarini” per riprovarci senza pericolo.
All’inferno Atalanta , Siena e Livorno. Le prime due annunciate dalle crisi societarie per il Livorno dalla crisi di Spinelli nel mercato di rafforzamento di gennaio.

Gli arbitri non guardandoli attraverso la Moviola bene. La lezione da mandare a memoria per i direttori di gara è quella di Tagliavento, Damato e Bergonzi nelle ultime 10 giornate di  Campionato: non far decidere i giochi al di fuori della propria vista e fischietto,  senza fare calcoli e guardando in faccia nessuno.

                                                    Lino Marmorato