Stampa
19
Feb
2010

UDINESE CONTRO IL GENOA.

Pin It

L’Udinese anche contro il Milan nell’anticipo del venerdì  della scorsa settimana ha continuato a viaggiare in trasferta con la valigia pesante, mai vinta una gara .  Udinese in ritiro prima della partita con il Genoa per sfatare questo tabù. Ritmi tropo bassi e gol incassati ingenui il menù dei friulani a S. Siro.    Concessi troppi metri di campo a Ronaldbunny che ha fatto la differenza con i suoi assist.
Quando nel secondo tempo gli uomini di De Biasi  potevano  anche pareggiare sul 2 a 1  anziché continuare a spingere si sono fatti sorprendere dal contropiede del Diavolo.
L’assenza di D’Agostino si è fatta sentire per lanciare con i suoi  l’Udinese in contropiede, come la spocchia di iniziare a giocare con il Milan  da parte del tecnico De Biasi con un tridente poco propenso a tornare a coprire gli spazi a Pirlo e compagnia : Floro Flores, Di Natale e Sanchez .
Senza D’Agostino ,  il gioco dei friulani è stato  monotematico con solamente Isla  a spingere   sulla destra , squalificato contro il Genoa,    che parte da dietro cercando l’assist per Di Natale abile nel muoversi nello spazio luce ed a smarcarsi.
L’Udinese a S. Siro ha dimostrato di avere idee, geometrie ed anche fiato e gambe , ma ha patito come in tutte altre partite di questo campionato,  come testimonia  la classifica,   le sbavature e le  indecisioni in fase difensiva : Coda si è fatto bruciare da Huntelaar e Zapata non è mai riuscito ad anticipare in modo pulito l’avversario che si muoveva nella sua zona di competenza, i 32 gol incassati in 24 giornate di campionato ,  ne sono la prova.
Di Natale contro il Diavolo rosso nero  ha rafforzato il suo ruolo di capocannoniere  del campionato realizzando la 17 rete .
De Biasi contro il Genoa, il primo problema ,  sarà scegliere come sostituire D’Agostino assente per una 60 di giorni,  operato Lunedì scorso a Barcellona al ginocchio sinistro.
Le soluzioni al vaglio del tecnico friulano sono 2:  la  prima senza cambiare il modulo 4 3 3 con lo spostamento di Lodi al posto di D’Agostino centrale di centrocampo davanti alla difesa. Operazione già in atto con l’ex allenatore Marino la scorsa estate quando D’Agostino era sul mercato.
La seconda tornare al 4 4 2 con Inler e Asamoah coppia centrale di centrocampo.
Il secondo problema del tecnico friulano le defezioni in difesa.
Mancano Ferronetti, Domizzi, Basta, e Isla squalificato, dovrebbe ricorre all’utilizzo del colombiano Cuadrado alla su 4 partita in serie A

                                                                                LINO MARMORATO